Italia, Montagna, Trentino Alto Adige

Cosa vedere a Moena

Durante il #bloggerday Gianluigi Chiocchetti, accompagnatore di territorio del Trentino, ci ha accompagnato in una visita di Moena raccontandoci un sacco di cose sulla storia della città e della Val di Fassa.

moena

Il paesino di Moena si trova in una conca ed è costituita da alcune borgate: Someda è la zona che per prima al mattino viene illuminata dal sole, e che per ultima viene raggiunta dall’ombra della sera. Ciajeole (casette) è l’insediamento più antico di Moena. Sorte, così chiamato perchè qui si trovavano i terreni coltivati a cereali, che una volta raccolti venivano dati in sorte alla popolazione del paese. Il quartiere di Turchia, con una storia particolare, dove si possono trovare molti rimandi proprio alla Turchia.

Scendendo da Someda verso il centro città, da qui oltre a godere di un bel panorama sulla vallata del paese, ci imbattiamo nel “Col delle merde” un grosso masso formato da detriti portati dai ghiacciai e fiumi che un tempo erodevano questa zona, e che ha un aspetto tutto particolare…

moena

Proseguendo oltre il colorito colle passiamo accanto all’Oratorio di San Rocco, un capitello dipinto da Valentino Rovisi, un pittore settecentesco della zona, che fu allievo di Tiepolo. L’affresco rappresenta Dio in forma umana con un gozzo molto pronunciato, metafora per dire che Dio ne aveva abbastanza degli abitanti di Moena.

moena

In centro a Moena c’è forse una delle cose più curiose della località: la strada di Turchia, un intero rione nel quale i richiami a questo stato straniero sono molti. La leggenda narra che verso la fine del 1600 quando Vienna era assediata dall’impero Ottomanno un soldato turco fu fatto prigioniero, ma ferito, riuscì a scappare trovando riparo e cure a Moena. Dopo la sua guarigione decise di stabilirsi definitivamente qui, dando così origine al quartiere turco.

Ancora oggi nel borgo si mantengono delle tradizioni specifiche, come quella dei matrimoni: quando una ragazza di questo quartiere si sposa vengono raccolte delle offerte da tutti i membri del rione, e il futuro marito deve recarsi, accompagnato da soldati e donne in abiti orientali, dal sultano della borgata a chiedere la mano della ragazza.

moena

Da Moena si può anche ammirare la cima del Rosengarten con il profilo del Re Laurino che guarda il cielo. Questa montagna, a cui è associata la leggenda del Re Laurino, al tramonto si illumina di un colore rosato, e proprio per questo viene chiamata Rosengarten, giardino delle rose.

moena