Italia, Veneto

Il Carnevale in Veneto

Il Carnevale di Venezia è un’istituzione: un evento conosciuto e invidiatoci in tutto il mondo. Ma è turistico! Per gli abitanti della regione il vero Carnevale si celebra in altri modi, nelle piccole piazze cittadine e di paese.

Ricordi del mio Carnevale in Veneto

A proposito di Carnevale in Veneto, quand’ero più piccola la mamma mi travestiva da qualcosa (ricordo che per un paio di anni io e mia sorella maggiore – la piccola non era ancora arrivata – abbiamo avuto un vestitino da diavoletto uguale, mi piaceva un sacco!) e che ce ne andavamo a lanciare coriandoli e stelle filanti nella piazza di Portogruaro.

All’inizio degli anni ’90 abbiamo preso parte per più anni di fila ai carri mascherati di Summaga. Nonostante si tratti di una frazione piccola, in realtà all’epoca per il Carnevale c’era un gran fermento: ogni via organizzava il proprio carro di cartapesta, che consisteva in un rimorchio addobbato e trainato da un trattore. Ci volevano mesi e mesi di incontri, lavoro ed impegno per organizzare il tutto! Oltre al carro c’erano da cucire i vestiti, preparare le coreografie da ballare durante la sfilata… E naturalmente impararle!

Anche se ero piccola ho ancora ricordi più o meno vaghi di quei giorni di preparazione, oltre che delle sfilate. Sono stata una statua della libertà con la fiaccola in mano, una spagnola dal vestito nero e arancione, un “pezzo di bosco” con il mio vestito di tulle verde su cui erano cucite fragoline e lamponi.

carri veneto1

Purtroppo oggi i carri mascherati di Summaga non si organizzano più, ma per fortuna le tradizioni del Carnevale si mantengono ancora vive in altre località della regione.

Carnevale di Ceggia

Per esempio se vi piacciono le sfilate di carri mascherati il Carnevale di Ceggia (VE) offre un bellissimo spettacolo. Quest’anno la “Viareggio del Veneto” propone la sua 61. Edizione del Carnevale e durante la manifestazione, come di consueto, sfileranno splendidi carri variopinti e mascherine, ognuno adornato secondo un tema che varia di anno in anno. I carri allegorici sono dei veri e propri pezzi artistici tanto belli e colorati sono!

La sfilata dei carri avviene più volte nel corso della settimana di Carnevale. Per informazioni più approfondite sul programma seguite il link.

Il Carnevale del Veneto (Casale di Scodosia)

Il Carnevale veneto per eccellenza sembra essere quello di Casale di Scodosia (PD), il “Carnevale del Veneto” che quest’anno è alla 66. Edizione. Anche durante questa festa sfilano i carri mascherati, e alla fine della sfilata vengono decretati i vincitori da una giuria appositamente incaricata.

Inoltre vicino a Casale di Scodosia ci sono anche gli splendidi borghi storici di Montagnana, Este, Arquà Petrarca e Monselice, quindi tra una stella filata ed un coriandolo, una frittella e una chiacchera, si può anche approfittarne per visitare qualcuno di questi pittoreschi angoli di Italia, unendo cultura e divertimento.

Il programma del Carnevale del Veneto lo trovate qui.

Carnevale di Sappada

Un carnevale un po’ diverso a cui si può assistere in Veneto è il Carnevale di Sappada (BL), molto conosciuto per i suoi protagonisti, i Rollate, degli uomini ricoperti da una folta pelliccia marrone, che indossano una maschera di legno, hanno dei campanacci legati in vita e se ne vanno in giro con una scopa per punire (amichevolmente) i passanti. Per molti aspetti ricordano i Krampus dell’Austria e delle montagne delle Alpi Giulie.

Il carnevale sappadino dura tre settimane. Per le 3 domeniche della sua durata sfilano per le vie del paese tre gruppi di persone che un tempo erano rappresentative della composizione della popolazione sappadina: i contadini (Paurn), i poveri (Pettlar) e i signori (Hearn). Ogni domenica è dedicata ad uno di questi gruppi che sfilano rappresentando la caricatura di sé stessi.

carnevale-sappada

Credits andolfato – Flickr