Italia, Puglia

Le 5 cose da portare in spiaggia in Salento

Abituati alle spiagge sabbiose del Veneto dove l’arenile è spesso lungo e facilmente accessibile con comode passerelle, dove il fondale scende dolcemente di qualche centimetro alla volta, e dove a pochi metri ci sono tanti bar e chioschi da avere l’imbarazzo della scelta… Per noi le spiagge del Salento sono state qualcosa di completamente nuovo e che per certi versi ci hanno colti impreparati!

Dopo 7 giorni di esperienza sul campo e di attenta osservazione della popolazione autoctona abbiamo fatto una lista delle cose da non dimenticare per una vacanza sulle spiagge del Salento.

Con questa lista alla mano potrete vivere serenamente la vacanza salentina ed integrarvi con la popolazione locale – non dico al 100%, ma almeno passare semi inosservati! 😉

1. Scarpette per gli scogli

Questo accessorio è necessario per affrontare ogni tipo di scoglio Salentino, da quelli più lisci a quelli più appuntiti! Le scarpette per gli scogli sono comodissime qualora desideriate fare un bagno, ma anche per muovervi sugli scogli o passeggiare in spiagge apparentemente sabbiose (ma che potrebbero celare pericolose pietre appuntite!).

Devo dire che secondo me le scarpette per gli scogli sono proprio brutte e vergognose, e non sono certa che i pugliesi coriacei le utilizzino, ma vista l’utilità che hanno io preferisco non rinunciarci, anche se questo può voler dire venir riconosciuta come “forestiera” ;-).

2. Ombrellone

Il sole scotta, quindi se non volete rischiare di bruciarvi il primo giorno della vostra vacanza e rischiare di non vedere il mare per i restanti giorni (come ha fatto la sottoscritta) consiglio caldamente di munirsi di ombrellone.

Anche perché se si arriva al mattino presto in spiaggia e si riesce ad accaparrarsi un piccolo spazio si vorrà tenerselo stretto fino a sera… E l’unico modo per resistere sotto il sole delle ore di punta è quello di poter contare sulla protezione di un ombrellone!

spiagge Salento

3. Stuoino o materassino

Stuoino e materassino sono importanti per garantire sonni pacifici anche quando si vuole fare un pisolino in spiaggia scogliosa evitando di svegliarsi con la scoliosi (perdonate il gioco di parole, ma non sono riuscita a trattenermi).

4. Pinne e gli occhiali

Le pinne sono utili per chi non sa nuotare molto bene ma non vuole perdere l’occasione di sguazzare dove l’acqua è più alta… e poi pinne e maschera sono utili anche per fare qualche immersione alla scoperta del fondale salentino!

5. La borsa frigo

TUTTI vanno in spiaggia con la borsa frigo piena di ogni ben di Dio!

Leggende metropolitane mi raccontano di teglie di parmigiana ed altre cosine leggere gustate sotto la pineta iniziando al mattino e finendo la sera… Non posso confermare di aver visto simili cose con i miei occhi, ma chi me lo raccontò era una collega pugliese, quindi penso che le mie fonti si possano ritenere abbastanza attendibili.

In ogni caso se non ci si è abituati meglio evitare parmigiane e peperonate sotto il sole cocente della Puglia, però è sempre bene equipaggiarsi con panini, snack, frutta e merende da mangiare sotto l’ombrellone visto che non sempre ci sono dei chioschi nei paraggi.

Avete altri suggerimenti da aggiungere alla lista? Sono curiosa!

E ora che avete tutte le informazioni sull’equipaggiamento… Perché non leggete il post sulle Spiagge del Salento? 🙂