Italia, Viaggi in camper

A Pasqua in camper: 9 idee di viaggio da Nord a Sud Italia

vacanza in camper

Pasqua è una delle migliori occasioni per inaugurare la stagione delle uscite in camper: temperature miti, giornate che si allungano e finalmente un po’ di giorni di ferie consecutivi di cui approfittare per una fuga fuori città. Ma dove andare a Pasqua in camper?

A Pasqua in camper senza macinare troppi chilometri

Considerato che i giorni a disposizione sono limitati – 4-5 per non dover approfittare di troppe ferie – è fondamentale individuare delle zone non troppo lontane da casa, facilmente raggiungibili in poche ore anche per non dover trascorrere il già limitato tempo a disposizione alla guida ma per dedicare il proprio weekend lungo a esplorazioni e visite dei dintorni.

Abbiamo fatto una selezione di alcuni itinerari che secondo noi sono interessanti e abbastanza accessibili in camper anche in un periodo trafficato come quello pasquale. Li abbiamo suddivisi in tre aree: nord, centro e sud Italia così che tu possa orientarti più facilmente tra le proposte trovando quelle più vicine a te. Abbiamo purtroppo lasciato fuori le isole perché, visti i limiti per raggiungerle, 5 giorni ci sembravano troppo pochi per includerle tra le mete papabili della Pasqua in camper.

Nord Italia

La strada del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene in camper

La zona di Conegliano-Valdobbiadene è l’area collinare veneta situata in provincia di Treviso e ricoperta di filari di vigneti da cui si ricavano ottimi vini e il famosissimo Prosecco DOCG di Conegliano Valdobbiadene.

Per apprezzare questa zona d’Italia non bisogna per forza essere grandi amanti del vino (anche se è sicuramente un plus), l’area offre infatti anche paesaggi mozzafiato e piccoli borghi caratteristici di grande bellezza.

Un possibile itinerario tra le colline del Prosecco può toccare il centro storico di Vittorio Veneto, in particolare il bellissimo borgo di Serravalle, Conegliano con il suo castello ed il borgo inerpicato sulla collina, Cison di Valmarino e Refrontolo (con una puntatina a Molinetto della Croda), l’Abbazia di Follina ed infine la famosa Valdobbiadene incorniciata da meravigliosi panorami sulle colline di vigneti.

Al link trovate informazioni sulle aree sosta per camper lungo la strada del Prosecco e dei Vini dei Colli di Conegliano Valdobbiadene.

pasqua in camper conegliano valdobbiadene

Erto e le Dolomiti Friulane in camper

Per chi vuole trascorrere una Pasqua in camper in mezzo alla natura in luoghi non troppo affollati le Dolomiti Friulane potrebbero essere la destinazione perfetta: Cimolais, Claut, Barcis (con il suo lago) sono piccoli paesini che cingono il Parco Naturale e che sono ottimi punti di partenza per trekking o attività ben più esaltanti come il canyoning, l’ice climbing e la più tradizionale arrampicata.

Anche Erto è sicuramente da menzionare: questo paesino tristemente famoso per la catastrofe del Vajont, il venerdì di Pasqua mette in scena una rappresentazione in costume che rievoca la Passione e la morte di Gesù.

E’ poi possibile proseguire l’itinerario verso est includendo caratteristici borghi montani ricchi di tradizione come Poffabro e Frisanco, giungendo poi fino a Maniago, famosissima per la produzione di coltelli artigianali.

Le Langhe in camper

Spostandoci a nord ovest, facilmente raggiungibile da Milano ed il suo entroterra e dalle regioni limitrofe c’è un’altra splendida area collinare dedita alla produzione di eccellenze enogastronomiche italiane: le Langhe ed il Roero. Le Langhe sono situate a destra del fiume Tanaro e sono una meta perfetta per 5 giorni in camper (ad averne anche di più il tour si può ampliare di molto, magari continuando anche nel Roero, la zona a sinistra del fiume).

Alba e Barolo evocano un vino e un famoso tartufo ma sono anche due belle città tutte da visitare insieme ad altre vicine località come Grinzane Cavour, Serralunga d’Alba, La Morra, Santo Stefano Belbo, Neive. Queste cittadine celano angoli pieni di storia e cultura, magnifici castelli e visuali mozzafiato sulle colline.

Centro Italia

L’entroterra romagnolo in camper

La Romagna non è solo mare: l’entroterra stupisce con i suoi borghi e le fortezze arroccate sulle colline, con la ricchezza delle tradizioni e l’enorme scelta di prodotti gastronomici.

Verucchio, Coriano, Sant’Arcangelo di Romagna, Saludecio, Mondaino, Gradara, Montebello: ecco alcuni nomi di piccoli borghi dell’entroterra di Rimini che meritano una sosta in camper per essere visitati con leggerezza, passeggiando tra le belle vie, fermandosi in un’osteria a degustare vini locali accompagnati da stuzzichini a km zero.

E poi non distanti ci sono le più famose fortezze di San Leo e San Marino che, visto che si è in zona, è sempre bello non mancare.

coriano di rimini

Maremma toscana in camper

La Maremma è un’area molto estesa della Toscana che offre una vastità di proposte, dal mare, alla montagna, alle terme, il tutto in un’ottica di rispetto e vicinanza con la natura.

Un itinerario in camper a Pasqua potrebbe toccare la Maremma Grossetana e la Bassa Maremma, la zona cioè che comprende Grosseto fino al confine con il Lazio. Poi, a seconda dei gusti, si possono definire itinerari diversi: per gli amanti del mare imperdibile è un itinerario in camper che parte da Grosseto e percorre tutta la costa includendo Marina di Grosseto, Porto Santo Stefano e Porto Ercole, fino a sud, alla costa dell’Argentario. Per gli amanti dell’entroterra invece da Grosseto è possibile muoversi tra i borghi di Scansano, Campagnatico, Pitigliano, Sorano e Sovana, le terme di Saturnia e poi, più in là il Monte Amiata.

L’area è veramente estesa con infinite possibilità di creare itinerari che rispecchino le proprie passioni ed esigenze.

Ti interessa la Toscana in camper? Leggi il nostro itinerario in camper in Toscana

Umbria

L’Umbria è ricca di paesaggi magnifici e di splendidi borghi medievali. Inoltre in Umbria si mangia tanto e benissimo, per questo a nostro avviso è una meta ideale per un viaggio in generale, se fatto in camper anche meglio!

Gli itinerari da seguire sono innumerevoli e tutti potenzialmente molto belli, noi ti rimandiamo a quello che abbiamo percorso l’estate di qualche anno fa che ha toccato Gubbio, Assisi, Spello, Montefalco, Bevagna, Norcia e Castelluccio di Norcia.

Leggi il nostro itinerario in camper in Umbria

Sud Italia

La Valle d’Itria in camper

Una valle incantata nell’entroterra barese: è la Valle d’Itria che si caratterizza per i suoi campi punteggiati di ulivi e i paesini bianchi tinteggiati a calce che formano piccoli agglomerati nella campagna.

Un meraviglioso itinerario tra mare e terra tocca borghi come Polignano a Mare, Monopoli, Conversano, Putignano, Alberobello ed i suoi trulli, Locorotondo e le cummerse, Ostuni, Martina Franca, Cisternino.

Un bianco accecante, attutito solo dal colore dei fiori e delle piante che adornano i vicoli e gli usci delle case.

Ti interessa la Puglia in camper? Leggi il nostro itinerario in camper in Puglia

monopoli

Matera e Basilicata in camper

La Basilicata purtroppo è una regione poco conosciuta ma secondo noi piena di potenzialità: escludendo Matera che ormai è famosa e conosciuta a livello nazionale, il resto del territorio lucano è tutto da esplorare. Per chi ha la fortuna di poter raggiungere il sud Italia in poche ore di guida, un tour in camper in Basilicata siamo certi che possa essere un ottima soluzione per il weekend lungo di Pasqua.

Che itinerario seguire? Noi abbiamo delineato un percorso che si snoda attraverso paesini arroccati tra le montagne, a volte abbandonati, ma proprio per questo ancora ricchi di fascino.

Melfi, Lagopesole con l’imponente castello costruito da Federico II, Acerenza uno dei Borghi più belli d’Italia, Tricarico, Castelmezzano, Guardia Perticara, Craco paese abbandonato dagli anni ’70 e set del film “La passione di Cristo” con Mel Gibson e infine la bellissima e ormai famosa Matera. Se Matera ti piace ti consiglio anche un’incursione in terra pugliese per visitare Gravina in Puglia, e, visto che ci sei, Altamura.

Le aree sosta per i camper in linea di massima sono rare in Basilicata ma c’è abbastanza libertà nel poter parcheggiare i camper in comuni parcheggi o lungo le strade: l’importante è sempre comportarsi da persone civili rispettando il territorio e gli altri.

Cilento in camper

Il Cilento è la costa più meridionale della Campania, appena più a sud della famosa e invidiataci da tutto il mondo Costiera Amalfitana. Siccome le strade lungo la costiera sono molto strette e la zona a Pasqua la immaginiamo estremamente trafficata abbiamo deciso di proporti una zona meno blasonata ma comunque molto bella da visitare in camper, la costa del Cilento.

Un itinerario in camper di 4-5 giorni in Cilento potrebbe iniziare da Paestum e dalla sua imperdibile area archeologica per poi continuare verso Agropoli, borgo marittimo e centro balneare con belle spiagge e bellezze storico-artistiche da visitare. Verso sud si prosegue con una sosta a Castellabate famoso per la sua abbazia e il centro medievale, poi si va ad Acciaroli dove tra ristorantini e locali glamour ci si immerge in una piacevole movida in riva al mare. Palinuro, ancora più a sud, è una meta balneare molto apprezzata da cui partire per gite in barca in esplorazione del golfo e delle numerose grotte. Nell’entroterra, a pochi kilometri, il paese abbandonato di San Severino. A sud ancora mete balneari: Marina di Camerota e Sapri, per una Pasqua in camper all’insegna del bel mare.