Collaborazioni, Italia, Puglia

Vacanza in Puglia in barca a vela

puglia in barca a vela

Non avrei mai immaginato in passato che un giorno avrei vissuto un’esperienza in Puglia in barca a vela, o, più in generale, che avrei fatto un viaggio itinerante in una barca perché una vacanza su questo mezzo non l’avevo mai presa in considerazione.

Ma le occasioni nella vita si manifestano quando meno te l’aspetti, e per varie casualità nell’ultimo anno e mezzo con le barche a vela ci sono diventata almeno familiare. Mi sono resa conto che viaggiare in barca non si discostava poi molto da un altro modo di viaggiare che sento mio, il viaggio in camper: spazi piccoli, condivisione di momenti, risorse energetiche da razionalizzare, il mezzo che diventa la tua casa e la casa che è il tuo mezzo, la possibilità di visitare più posti senza mai dover cambiare tetto.

puglia in barca a vela

L’unica differenza in barca è che ti muovi per mare in una distesa di blu più o meno piatto a seconda delle condizioni atmosferiche e che la costa si avvicina e allontana a seconda delle virate della barca. Mi è sembrato un modo di viaggiare molto più introspettivo, perché – sarà il colore blu che rilassa, il moto ondoso o quel fissare l’orizzonte – le occasioni in cui ti ritrovi a riflettere in solitudine sono davvero parecchie.

In Puglia in barca a vela

Ogni luogo, regione o Paese che abbia coste e mare è un buon candidato per essere esplorato con un itinerario in barca a vela: la terra si guarda da un punto di vista nuovo e si scoprono luoghi inaccessibili o invisibili dalla terraferma. Ovvio che per affrontare un viaggio in barca a vela bisogna anche amare il mare con una certa intensità perché le distanze si fanno lunghe, soprattutto quando il vento non vuole saperne di soffiare a tuo favore, e tu è lì che sei, in mezzo al mare, e non puoi dire improvvisamente “ora basta, adesso scendo”, a meno che tu non voglia rinfrescarti con un tuffo.

puglia in barca a vela

La Puglia è sicuramente uno di quei luoghi baciati da un mare bellissimo che ben si prestano ad essere visitati in barca: andare di porto in porto, vivere il mare intensamente per poi scendere a terra ed esplorare il territorio con le sue tradizioni, la cucina da acquolina in bocca e le piccole cittadine ricche di storia…

Un modo di viaggiare che ben poco – praticamente nulla – ha a che vedere con spiagge affollate e lotte per un metro quadrato di spiaggia su cui stendere il telo, piuttosto un’occasione per cercare un’autenticità che spesso è difficile trovare tramite le forme di turismo tradizionale.

L’itinerario in Puglia in barca a vela

Il nostro itinerario in Puglia in barca a vela si è snodato lungo la costa adriatica, partendo da Bari (ma, avendo tempo potrebbe essere molto bello iniziare la veleggiata poco più a nord, a Trani) e proseguendo verso sud fino a Polignano a Mare e Monopoli, alternando momenti di vita in mare ad ad altri di esplorazione dell’entroterra e dei magnifici paesini che lo popolano.

Tra le città in riva al mare Bari è sicuramente una perla: città meravigliosa ricca di storia e storie: le tradizioni qui si mescolano alle leggende, in particolare a Bari Vecchia. Tra signore che preparano la pasta fresca fuori dalla porta di casa e bambini che fanno baccano tra i vicoli, qui il tempo sembra essersi fermato e posso assicurarvi che visitare questi luoghi con persone del posto è il miglior modo per carpirne i segreti.

puglia in barca a vela

A Trani l’imponente cattedrale sul mare è una certezza per marinai e pescatori: chiunque arrivi dal mare la scorge in lontananza capendo di essere giunto al porto sicuro. Le vie del centro storico, i ristorantini di pesce affacciati sul porto ed i pescatori al lavoro su barche e reti sono scene uniche della quotidianità ma al contempo sono scorci che non è raro ritrovare in altri paesini di mare della Puglia. A pochi km da Trani, nell’entroterra, il maestoso Castel del Monte con il castello fortezza voluto da Federico II allunga il suo sguardo fino al mare e alle vele bianche che lo punteggiano.

puglia in barca a vela trani

puglia in barca a vela trani

puglia in barca a vela castel del monte

Polignano a Mare è romanticismo puro con i suoi balconi a strapiombo sul mare e le scritte poetiche su muri, porte e scale. Osservare le sue alte scogliere dalla barca a vela ti fa sentire un privilegiato, ti fa capire che esistono migliaia di modi diversi per guardare alla stessa cosa.

puglia in barca a vela trani polignano

puglia in barca a vela trani polignano

Monopoli è stata la mia meta prediletta, sarà che ci siamo approdati verso sera, con il sole che tramontava e colorava di arancione, rosso e viola il mare. Sarà che il mattino dopo mi sono svegliata presto per osservare l’alba di un nuovo giorno che sorgeva sul porto e i pescatori al lavoro sulle loro reti. Emozioni uniche di cui devo ringraziare la barca a vela.

puglia in barca a vela trani monopoli

monopoli alba

Da Monopoli e Polignano basta organizzarsi con un pullman o un’auto a noleggio e si può raggiungere la Valle d’Itria, una spettacolare area dell’entroterra fatta di piccoli paesini bianchi estremamente pittoreschi come Locorotondo, Cisternino, Martina Franca, Alberobello. Perché chi l’ha detto che una vacanza in barca è solo mare? E’ tanta parte di esso, ma può connotarsi anche di ciò che più ti piace.

Emozioni

Quello che voglio dire è che una vacanza in barca non è solo luoghi bellissimi da visitare e tuffi in mare. E’ anche emozioni. Non è tutta rose e fiori, ma ti offrirà sicuramente ricordi indimenticabili, e magari ti farà sentire anche un po’ più forte. Ti porterà a riflettere parecchio probabilmente.

O forse no, magari per te una vacanza in barca sarà solo divertimento puro e scivolerà via veloce e leggera come qualsiasi altra esperienza.

Chi lo sa, dopotutto queste sono le emozioni che ha generato in me e tutto è soggettivo e io sono una ipersensibile.

Eppure sono piuttosto sicura che se cerchi emozioni, qui le troverai.

A volte la vita assomiglia al mare: i pensieri e gli stati d’animo ti agitano come onde impetuose mosse dal maestrale, ma nonostante tutte le incertezze che il tragitto può nascondere non puoi esimerti dal partire.

Si alternano momenti di adrenalina pura, gioia infinita, calma quasi piatta e malessere totale.

Affrontare tutto, gli alti e bassi, le gioie ed i dolori, per arrivare al porto sicuro.
Non tutto va come avevi pianificato ma poco importa, guardandoti dietro puoi dire di averlo fatto. Di aver vissuto.