Collaborazioni, Italia, Marche

9 cose da fare a Senigallia per chi viaggia in coppia

cose da fare a senigallia in coppia

Come saprai se hai avuto modo di leggere un po’ il blog, di solito amo viaggiare in coppia con Raffaele, capita a volte però che io parta da sola. In questi casi tendo in maniera quasi automatica a guardare ai luoghi che visito con un occhio speciale pensando a cosa potrei fare se tornassi in quel luogo con lui. E’ da questa riflessione che è nata l’ispirazione per questo post sulle 10 cose da fare a Senigallia per chi viaggia in coppia.

A Senigallia ci sono approdata qualche settimana fa, ospite della destinazione per un weekend alla scoperta della mostra Venti Futuristi (di cui ti parlerò presto) e delle peculiarità di questa cittadina baciata dal sole e dal vento.

Durante i due fugaci giorni a Senigallia ho pedalato lungo Marina Nuova in sella alla bicicletta imparando ad orientarmi tra la Rotonda a Mare e le vie del centro storico della città, ma soprattutto ho apprezzato la mescolanza tra l’anima antica e quella più moderna e commerciale del luogo.  E’ la commistione tra questi due aspetti della destinazione che vorrei far scoprire al mio compagno di viaggi qualora tornassi a Senigallia per visitarla insieme a lui.

Ho raccolto 10 spunti: 10 luoghi in cui lo porterei e che spero possano ispirare anche te per il tuo viaggio in coppia a Senigallia.

1. Risveglio con una splendida vista mare

spiaggia di senigallia

Senigallia è come una torta a strati: una striscia infinita di mare turchese, una riga di sabbia fine e morbida come il velluto, una lunga strada che costeggia la spiaggia e la fila dei bagni (o chalet) e la prima schiera di costruzioni, principalmente alberghi. Gli alberghi fronte mare possono vantare una splendida vista, ampia e libera da qualsiasi intralcio. Inutile dire che è con questa vista mare che vorrei andare a dormire e risvegliarmi ogni giorno durante le mie vacanze in riva al mare di coppia.

[Se cerchi informazioni sugli alberghi a Senigallia puoi visitare il sito dell’Associazione Albergatori, ci trovi la lista degli alberghi della località tra i quali scegliere.]

2. Scambiarsi un bacio al cospetto di Penelope

penelope senigallia

Tra le cose romantiche da fare a Senigallia ci infilo volentieri una passeggiata lungo il molo di Levante per godere della brezza marina e scambiarsi un bacio al cospetto di Penelope.

Penelope è una statua a mezzo busto di donna, un’opera dell’artista senigalliese Gianni Guerra che l’ha regalata alla città nel 2004. Penelope ricorda la mitica moglie di Ulisse che lo attese con pazienza per vent’anni in seguito alla sua partenza alla volta della guerra di Troia ed è un simbolo di una promessa d’amore, oltre che del legame che lega Senigallia al mare.

La statua si raggiunge con una breve passeggiata che offre una piacevole vista sul Porto e su Marina Vecchia da un lato, e sulla Rotonda a Mare e Marina Nuova dall’altro, terminando dove lo sguardo incontra l’immensità del Mar Adriatico.

3. Fare quattro salti nell’America anni ’50 al Summer Jamboree

Se la passeggiatina romantica sul molo non fa per te che con la tua dolce metà preferisci divertirti da matti, allora ho qualcos’altro da proporti: un viaggio nel tempo nell’America degli anni ’50. Succede ogni anno tra luglio ed agosto durante il Summer Jamboree quando Senigallia si trasforma: i quei giorni tutta la città si anima di musica e balli – dallo swing al boogie woogie – ed è praticamente obbligatorio “vestirsi a tema” con acconciature, trucco da pin up e gonne ampie per lei e mega salopette, camicie a fiori e scarpe Oxford per lui.

graffiti senigallia vintage

Io e Raffaele siamo due ballerini pessimi quindi di solito evitiamo, ma credo che sulla pista del Summer Jamboree potremmo fare di sicuro un’eccezione.

Se non ti rechi a Senigallia durante l’evento sappi che puoi rivivere un pochino l’atmosfera del festival nel negozio Graffiti di Angelo (che è la mente che sta dietro il Summer Jamboree) tra oggetti vintage come jukeboxe e flipper e abbigliamento retrò.

graffiti senigallia vintage graffiti senigallia vintage

4. Bere una birra (o più) al Birrificio Senigalliese

Forse non è cosa da tutte le coppie, ma visto che una cosa che ci accomuna è la passione per la birra, specialmente quella artigianale, io Raffaele lo porterei al Birrificio Senigalliese. Questo piccolissimo localino sempre molto frequentato nel centro della città è una certezza per gli estimatori della buona birra visto che ci sono un sacco di etichette interessanti, soprattutto “Made in Marche”.

Se fai un salto al Birrificio fatti consigliare da Francesco: gli bastano poche parole sulla tipologia di birra che ti piace di più per servirti quella più adatta a te!

5. Partire per un’escursione romantica in barca

Torno super romantica per parlarti di Camilla Due, una barca a motore perfetta per escursioni di coppia (ma anche in compagnia visto che accoglie fino a 12 persone) al largo di Senigallia.

Immaginati di guardare un tramonto infuocato mano nella mano con il tuo innamorato/la tua innamorata in mezzo ad un mare liscio come l’olio mentre lo skipper vi cucina una deliziosa cenetta a base di pesce fresco. Questo è quello che si può fare a bordo di Camilla Due (che tra l’altro ha molte altre proposte anche meno romantiche, dal boat&breakfast, alle escursioni snorkeling, alle battute di pesca).

escursione in barca senigallia

escursione in barca senigallia

Questa e altre escursioni molto belle in giro per le Marche le trovi sul sito Le Marche del cuore, un’associazione il cui scopo è quello di valorizzare i percorsi e le attrattive più belle della regione fungendo da aggregatore. Dacci un’occhiata, ne vale la pena anche perché tra le tante proposte ci trovi molti altri spunti interessanti per delle escursioni di coppia: se vuoi qualche consiglio contattali (dì pure loro che te l’ho suggerito io), a risponderti sarà Veronica che con la sua dolcezza e disponibilità sono sicura che saprà suggerirti l’esperienza più adatta alle tue esigenze!

6. Scoprire l’entroterra con le persone del posto

A proposito di escursioni, sia a Senigallia che in giro per le Marche ti segnalo Terrerranti, un tour operator locale che aiuta chi vuole un supporto in loco a organizzare l’intero viaggio o singole escursioni in zona.

E’ stata proprio su loro iniziativa che io ho potuto prendere parte al tour a Senigallia ed è proprio con una delle loro guide che ho fatto un piacevole giro per la città alla scoperta della sua parte più storica per questo posso confermarti che il loro supporto è utile anche per chi come me e Raffaele ama organizzare le proprie vacanze in modo “fai da te”. Infatti, sebbene siano disponibili a gestire vacanze a pacchetto completo, è possibile rivolgersi a Terrerranti anche semplicemente per partecipare a escursioni in giornata in piccoli gruppi o singolarmente.

Rocca senigallia

Io per esempio se tornassi a Senigallia ne approfitterei per fare una visita a Recanati (Leopardi è il mio poeta preferito e ogni tanto assillo Raffaele ripetendogli le sue poesie imparate a memoria ai tempi della scuola) o tra Corinaldo, Offagna, Mondolfo e Mondavio (alcuni dei borghi più belli d’Italia) dove so che lui si perderebbe in milioni di foto. Mi sembra un buon modo per scoprire il territorio affidandosi a delle persone del posto.

7. Un po’ di dolcezza con una degustazione di gelato

Passiamo al lato dolce di Senigallia con un eccellenza della gelateria: sto parlando di Brunelli, lo chef Paolo è un vero e proprio maestro del gelato e della cioccolateria tanto che è suo il titolo di gelato al cioccolato più buono d’Italia. So che se portassi qui Raffaele rimarrebbe molto colpito, sia perché è un grande estimatore del gelato, sia perché la degustazione del gelato nel piatto è qualcosa di particolare, unico ed irripetibile.

brunelli gelato senigallia

E’ stata merito di Paolo Brunelli l’intuizione di “elevare” il cioccolato affiancando alle tradizionali coppette e coni la possibilità di fare una vera e propria degustazione a tavola, da seduti. Scegliendo la degustazione si assaggiano gelati particolari accostati a ricercati ingredienti che spesso – ovviamente – celebrano le Marche, come per esempio il gelato alle mandorle di Noto adagiato su una cremina allo zabaione e marsala e ricoperto da una grattugiata di pecorino proveniente dai Sibillini. Una vera esperienza di gusto.

brunelli gelato senigallia

8. Concederci una cena stellata in riva al mare

Se già non lo sai a Senigallia ci sono due ristoranti stellati in riva al mare: la famosissima Madonnina del Pescatore dello chef Moreno Cedroni ed Uliassi dello chef Mario Uliassi.

Ebbene no, non sono stata in nessuno dei due, e più in generale credo di non aver mai avuto il piacere di gustare i piatti di una cucina stellata, e forse è proprio per questo motivo che una volta per tutte vorrei togliermi lo sfizio. Perché non farlo con la propria dolce metà?

9. Fare del divertente shopping “di coppia”

Ultimo suggerimento tra le cose da fare a Senigallia in coppia ci metto una proposta divertente. Innanzitutto va detto che a Senigallia ci sono parecchi negozietti carini quindi tra le sue vie un po’ di shopping ti ritroverai sicuramente a farlo.

Durante il mio tour per Senigallia ho scoperto la Casa del Costume, un negozio con due sedi una più piccola di fronte alla Rocca e una più grande sul Lungomare Mameli, che vende in primis costumi ma più in generale abbigliamento e accessori per il mare. Te lo segnalo innanzitutto perché – soprattutto alle donne – danno utilissimi consigli per scegliere il costume migliore anche con un servizio innovativo via Whatsapp, sia perché tra i vari costumi se ne possono trovare anche di abbinati per lui e per lei (e per eventuali figli). Ciò significa che la coppia (o l’intera famiglia) può esibirsi in riva al mare con il costume coordinato con la medesima fantasia. C’è da dire che non è proprio cosa da tutte le coppie, ma chissà magari l’idea potrebbe divertirti!

Che te ne pare di questi piccoli suggerimenti, pensi ti potranno essere utili durante il tuo viaggio a Senigallia? Io spero proprio di sì, a breve arriveranno altri post con altre dritte utili ed interessanti.

*Le esperienze raccontate in questo articolo sono state vissute nell’ambito del blog tour FeelSenigallia*