Europa, Mondo, Slovenia

Viaggio magico nella gola del Vintgar in Slovenia

gola del vintgar slovenia

A pochissimi chilometri dal Lago di Bled c’è un’attrazione un po’ meno conosciuta, ma molto bella, consigliata a chi ama la natura e le passeggiate non troppo impegnative. Si tratta della Gola del Vintgar, un percorso nella natura su passerelle e sentieri che costeggia il corso del fiume Radovna.

E’ proprio il fiume Radovna che nei secoli ha scolpito questo percorso con il suo passaggio erodendo la montagna e creando questa meraviglia della natura che oggi possiamo ammirare e percorrere a piedi.

Se ti piace la gola del Vintgar potrebbero piacerti anche le grotte del Caglieron in provincia di Treviso e i laghi di Plitvice in Croazia.

Visitare la Gola del Vintgar in Slovenia

La Gola del Vintgar si trova a pochi kilometri dal Lago di Bled, altra bellissima perla slovena. Percorrerla con molta calma fermandosi spesso per scattare foto e ammirare il panorama (andata e ritorno dal punto di partenza) richiede circa un’oretta e mezza, anche due. Si tratta di un sentiero semplice e adatto a tutti, famiglie con bambini piccoli comprese (magari sconsiglierei di percorrerlo con i passeggini, anche se posso dirvi di averne visti).

gola di vintgar

gola di vintgar

Il percorso nella natura è incantevole, con un primo tratto che si snoda su passerelle di legno sospese a mezzaria che offrono visuali spettacolari sulla Gola del Vintgar e sul fiume Radovna. I colori preponderanti sono il verde – quello acceso del muschio sulle pietre e quello smeraldo dell’acqua -, il bianco della spuma quando il corso del fiume si getta in cascatelle di varie altezze, ma anche quello multiforme della vegetazione limitrofa che varia a seconda del mutare delle stagioni. Io ho visitato la gola del Vintgar verso la fine di ottobre e, come potrai notare dalle foto, alberi e arbusti mostravano gli ultimi segni dell’autunno sloveno.

gola di vintgar

gola di vintgar

Dopo un primo tratto lungo la passerella il percorso si trasforma in un vero e proprio sentiero che a tratti si incunea nella roccia.

Le acque sono placide e cristalline ad eccezione di quei tratti in cui i dislivelli le rendono momentaneamente tumultuose. Gli unici suoni sono quelli delle acque che si infrangono e degli uccelli che cinguettano tra le fronde che ricoprono i versanti scoscesi della gola.

gola di vintgar

gola di vintgar

Quasi arrivati alla fine del percorso nella Gola del Vintgar si passa sotto il grande ponte di pietra su cui passa la ferrovia e ci si imbatte nella cascata Šum. Qui c’è un secondo punto di ingresso alla gola di Vintgar che permette a chi arriva dal paese di Vintgar di accedere al sentiero percorrendolo in senso opposto.

gola di vintgar

Informazioni pratiche per visitare la gola del Vintgar in Slovenia

Come dicevo appena più in su, sono due i punti di accesso alla gola del Vintgar, ciascuno ad ogni estremità della gola. In corrispondenza di ognuno c’è una cassa e punto informazioni dove è possibile pagare l’ingresso ed eventualmente acquistare una mappa.
Noi siamo entrati dall’ingresso di Podhom che era quello che ci indicava Google Maps facendo una ricerca per “gola del Vintgar”. Da quello che mi risulta questo ingresso è anche il più comodo per chi arriva in auto considerato che c’è un parcheggio abbastanza ampio che mi sembra invece manchi invece all’altro ingresso.
Il secondo ingresso è situato più vicino al paesino di Vintgar a cui è collegato da un sentiero. Questo accesso mi è parso più facile da raggiungere se arrivi a Vintgar in treno considerato che la stazione è a pochi passi.

gola di vintgar

L’ingresso alla gola di Vintgar costa 5 € per ogni adulto (con riduzioni per i bambini, gli studenti e i gruppi). Inoltre, come puoi vedere dalle nostre foto, i cani sono ammessi.

La gola di Vintgar rimane chiusa nel periodo invernale (novembre/dicembre-aprile) anche perché immagino che la presenza di neve renda inaccessibile e pericoloso il percorso. In ogni caso sul sito ufficiale puoi verificare meglio in base al tuo periodo di visita.
Noi l’abbiamo visitato la gola in un periodo molto tranquillo (fine ottobre) con pochi turisti, ma se vuoi visitare la gola in estate sappi che il sentiero potrebbe essere ben più affollato.

gola di vintgar

Ultimo consiglio che mi sento di darti riguarda l’equipaggiamento. Non ti servirà un abbigliamento da trekking però assicurati di indossare vestiti comodi e soprattutto scarpe sportive: vanno benissimo le scarpe da ginnastica, ma se ha piovuto recentemente meglio degli scarponcini impermeabili e antiscivolo. Noi non avevamo in programma di raggiungere la gola del Vintgar quindi io non avevo proprio l’abbigliamento giustissimo, fortunatamente essendoci bel tempo ed asciutto a terra sono riuscita a percorrere con tranquillità l’intero percorso anche senza indossare scarpe troppo sportive.

Se al termine della passeggiata hai ancora voglia di scoprire i dintorni potresti raggiungere il Lago di Bled, Lubiana, magari per scoprire il quartiere di Metelkova, oppure sconfinare in Italia e fare una passeggiata ai Laghi di Fusine.