Barcolana 2011 a Trieste: mare e vele

Barcolana 2011 Trieste

Oggi si parte per un weekend all’insegna di mare e vela, assisteremo alla famosa Barcolana, la regata velica più affollata del mondo che si svolge ogni anno da oltre 40 anni nel golfo di Trieste.

Il tempo è un po’ incerto, verso nord incombono nuvoloni neri che non fanno prevedere nulla di buono, ma verso il mare il cielo è abbastanza libero, speriamo che la bora soffi via i nuvoloni che cercano di avvicinarsi!

La Barcolana si svolge ogni anno la seconda domenica di ottobre ma già i giorni e le sere precedenti all’evento la città è in fibrillazione e celebra con eventi collegati questa grande festa.

E’ la sera precedente all’evento e al Molo Audace sono attraccate alcune delle barche a vela che gareggeranno insieme alle oltre 2.000 iscritte alla regata di domani. Da qui si può godere di un tramonto mozzafiato: i colori spaziano dall’azzurro al rosa/viola, e presto l’orizzonte si infiamma di rosso, arancione e giallo acceso. Uno spettacolo unico che incanta ed emoziona, sicuramente una delle ragioni per visitare Trieste almeno una volta nella vita, anche non durante la Barcolana.

Barcolana 2011 Trieste

Barcolana 2011 Trieste

Barcolana 2011 Trieste

Mentre il sole cala e inizia a nascondersi dietro la linea dell’orizzonte la città alle nostre spalle inizia ad accendersi.

Passeggiamo tra la marea di gente, passando vicino a bancarelle che promuovono luoghi, vendono materiale tecnico da vela, bancarelle enogastronomiche.

Arriviamo in Piazza dell’Unità, la più grande piazza d’Europa affacciata al mare che sembra brillare: i palazzi messi a ferro di cavallo sono tutti illuminati e il pavimento della piazza è punteggiata da luci blu. Al centro stanno montando il palco per il grande concerto gratuito che ogni anno la Barcolana regala a Trieste.

Procediamo per le stradine, dove ci sono bar pieni di persone che si incontrano per l’happy hour.

Ci infiliamo in un locale dove brindiamo al weekend con uno spritz per poi concludere con una cena a base di street food. Non mancano le bancarelle con specialità anche da oltre confine vicino al Ponte Rosso: noi decidiamo di rifornirci presso la bancarella di specialità serbe: cevapcici, pljeskavice, wurstel. Tutto arricchito da salsa ai peperoni e cipolle che a noi le cose troppo leggere non ci piacciono.

La sera sembra perfetta per una passeggiata fino al castello di San Giusto da cui si gode una vista parziale sulla città illuminata.

Assistere alla Barcolana dalla via Napoleonica

La mattina della Barcolana usciamo presto perché dobbiamo raggiungere un luogo particolare un po’ fuori città da cui ammirare la regata: la via Napoleonica.

Ci fermiamo in un bar per un caffè veloce che ci dia il buongiorno e subito affronto la difficoltà per me più grande a Trieste: ordinare il caffè che qui stranamente ha nomi differenti al resto d’Italia (io ordino un nero che è il classico espresso, ma poi c’è il capo, il capo in B, il gocciato e altri che non ho ancora imparato).

Raggiungiamo la fermata del tram che porta ad Opicina e da cui si gode di una vista dall’alto sull’intero golfo di Trieste. Accalcati con molti altri che hanno avuto la nostra stessa idea, abbiamo la fortuna di entrare in tram per primi e di aggiudicarci anche un posto a sedere.

Il tram si inerpica sulla montagna carsica, e ci porta all’inizio della Via Napoleonica, un sentiero che si addentra tra i pini marittimi e da cui possiamo ammirare di una spettacolare vista sul mare circostante e sulla città ai nostri piedi.

Barcolana 2011 Trieste

Nonostante il nostro tentativo di muoverci per tempo questa mattina, siamo arrivati un po’ in ritardo quindi vediamo la partenza dall’inizio del sentiero, dove ci sono ancora molti alberi a oscurarci la visuale. Mentre le belle vele bianche cominciano la loro corsa verso le boe, e poi fino all’arrivo noi proseguiamo sul sentiero sedendoci non appena troviamo uno spiazzo che ci offre una buona visuale.

Il sole è alto nel cielo e scalda per bene, c’è un venticello fresco che ogni tanto soffia e ci rinfresca. Davanti a noi la linea dell’orizzonte separa un cielo azzurro intenso da un mare blu punteggiato di piccole vele.

Barcolana 2011 Trieste

La vela in testa alla gara distanzia notevolmente le barche che la seguono e prosegue la sua corsa verso le boe di arrivo con circa 15 minuti di anticipo rispetto alla seconda. Poco alla volta arrivano anche la seconda e la terza e poi a seguire una pioggia di vele.

Hai mai assistito alla Barcolana da una barca a vela? Scopri com’è qui!

Barcolana 2011 Trieste

Verso l’ora di pranzo ripercorriamo il sentiero a ritroso e arriviamo alla fermata del tram che ci riporta in città.

La Barcolana è terminata ma la festa non finisce qui: le rive sono affollate di velisti e di turisti che si mescolano tra le bancarelle e gli stand. Un’ultimo pomeriggio di festa e poi una lunga attesa fino al prossimo ottobre quando si svolgerà una nuova edizione della Barcolana di Trieste.

More from Vale Diarioinviaggio

Noleggiare lo scooter in Thailandia: un’avventura!

Il viaggio in Thailandia per me ha significato tante prime volte: prima...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *