Italia, Veneto

Volo dell’angelo al Carnevale di Venezia

volo dell'angelo

Il Carnevale a Venezia si apre sempre con un grande evento che tiene frotte di persone con il naso all’insù: il Volo della Colombina o volo dell’angelo. Questo evento ha luogo la prima domenica di festeggiamenti del Carnevale a Venezia, alle ore 12.00 ed ha le sue origini nella storia dell’antica Repubblica di Venezia.

volo dell'angelo

Le origini del Volo dell’Angelo di Venezia

Il primo volo dell’angelo si ebbe a Venezia nel 1500 quando un funambolo turco camminò su una fune sospesa tra una barca attraccata al molo di Piazza San Marco ed il campanile della Piazza. Questo spettacolo destò grandissima ammirazione all’epoca, tanto che poi lo si volle riproporre anno dopo anno in forme simili, in occasione del carnevale.

A metà ‘700 uno di questi spettacoli terminò con una morte, quando l’artista che si stava esibendo cadde e morì.

Per questo si decise di mettere freno alla tradizione del volo dell’angelo, sostituendo lo spettacolo “umano” con uno simbolico in cui si faceva calare dal campanile di San Marco una colomba di legno. E’ così che la celebrazione ha assunto il nuovo nome di “Volo della colombina”.

volo dell'angelo

Cosa succede a Venezia durante il volo dell’angelo?

Durante il volo dell’angelo (o della colombina) dei giorni nostri una ragazza si cala, appesa a funi d’acciaio, dal campanile di San Marco, fino ad atterrare sul palco allestito in piazza in occasione del carnevale. La ragazza viene scelta di anno in anno tra modelle, atlete, attrici, ed altri personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo.

volo dell'angelo

Quest’anno la colombina era la vincitrice del concorso delle Marie del 2011 (la Festa delle Marie è un’altra delle feste tradizionali del carnevale veneziano) che è coraggiosamente volata giù dal campanile di San Marco nonostante la nevicata del giorno prima, il freddo pungente, e l’aria di bora che – anche se si era calmata rispetto ai giorni precedenti – ancora soffiava, soprattutto sulla vetta dell’alta torre.

volo dell'angelo

Questa volta – come sempre accade – dalla Piazza c’erano migliaia di nasi volti all’insù in attesa di scorgere le vesti della Colombina sporgere dal balcone del campanile.

La signorina si è fatta un po’ attendere ma poi ha iniziato la sua discesa, e quello che era sempre più un puntino lontano e difficilmente distinguibile è diventato la chiara sagoma di una ragazza vestita in abiti settecenteschi, con la sottana che si gonfiava al soffio del vento.