Baite aperte in Val Bartolo, natura e tradizioni nel Tarvisiano

baite aperte in Val Bartolo

C’è un evento nelle montagne del Friuli Venezia Giulia che secondo me vale la pena di essere condiviso, e soprattutto di parteciparvi: le Baite Aperte in Val Bartolo.

La Val Bartolo è una valle del Tarvisiano, vicino al confine con Austria e Slovenia , a cui si accede dal paesino di Camporosso. Seguendo una stradina asfaltata che per un tratto costeggia la pista ciclabile si notano le indicazioni verso sinistra che conducono alla Val Bartolo; qui la strada inizia a diventare più pendente in salita, si supera una palestra di roccia fino ad arrivare al cartello che indica lo stop alle auto e l’accesso esclusivamente a pedoni, biciclette e mezzi autorizzati.

baite aperte in Val Bartolo

baite aperte in Val Bartolo

Durante l’anno si accede alla valle a piedi o in bicicletta per una passeggiata tra i monti, ma le tante baite che si trovano qui sono private, quindi non sono mai aperte al pubblico, eccetto che per un paio di giorni l’anno, di solito verso fine agosto, quando la Valle si veste a festa e le baite aprono le loro porte ai turisti.

Una giornata alle baite aperte in Val Bartolo

Puoi arrivare all’ora del giorno che preferisci (io consiglio di arrivare al mattino naturalmente), arrivando a piedi o in mountain bike. 

Negli anni passati il comune organizzava anche un sistema di navette gratuite che partivano dal parcheggio della telecabina del Monte Lussari ma il servizio non è più stato garantito nelle edizioni successive (consulta la pagina Facebook ufficiale per gli aggiornamenti in merito). In ogni caso lo spirito della festa è quello di passare una giornata tra la natura e le tradizioni delle montagne, quindi parte dell’esperienza è proprio raggiungere a piedi la valle (e poi si tratta una passeggiata dolce e tranquilla, facilmente praticabile da grandi e piccoli, quindi fattibilissima).

baite aperte in Val Bartolo

Superato l’ingresso della valle si apre di fronte ai tuoi occhi una grande radura semi-pianeggiante con prati verdissimi e rasati: sei libero di passeggiare, andare da una baita all’altra, stenderti su un prato a prendere il sole, mangiare qualcosa, ascoltare un po’ di musica e ballare.

Ogni baita si organizza per rifocillare i visitatori proponendo piatti tipici locali, carne alla piastra, porchetta e molto altro. Lo scorso anno per esempio abbiamo pranzato con una zuppa di funghi servita direttamente dentro la pagnotta, frico con patate, e altre specialità friulane!

baite aperte in Val Bartolo

In alcune baite si possono trovare bancarelle che vendono prodotti artigianali, in altre i visitatori possono intrattenersi con la musica di cantanti tirolesi (molto spesso provenienti dalla vicina Austria) e vengono organizzati giochi e competizioni – il penthatlon del boscaiolo, o come dimenticare la gara a squadre a chi beveva più birre? (foto qui sotto).

val bartolo

Si può dire che ogni baita si differenzia un po’ dalle altre per la sua proposta, e il visitatore può mettersi alla ricerca della sua preferita, o ancora meglio organizzarsi in un percorso a tappe!

Oltre alla proposta enogastronomica c’è una zona dedicata ai bambini con giochi dove divertirsi. Un’altra area è dedicata alla montagna con espositori per far conoscere un po’ meglio questa parte di Friuli Venezia Giulia. O ancora i gruppi/associazioni che approfittano della manifestazione per presentarsi: io qui l’anno scorso ho conosciuto Storia e Territorio, un gruppetto di ragazzi che organizzano escursioni nelle montagne di Tarvisio soprattutto sul tema dei percorsi di guerra e percorsi naturalistici.

val bartolo

val bartolo-8

val bartolo

Baite aperte in Val Bartolo è un’occasione per trascorrere una piacevole giornata in montagna all’aria aperta: se hai voglia di aria pulita, passeggiate tranquille unite a una buona birra e ad un piatto tipico questa festa all’aria aperta non puoi perdertela!

Clicca qui per scoprire altri eventi ed escursioni da fare nel Tarvisiano


🐘 Iscriviti alla newsletter e continua a viaggiare con noi! 🐘

Tags from the story
,
More from Vale Diarioinviaggio

#ScopriCourmayeur in montagna sul Monte Bianco

Qualcuno mi ha chiesto cosa penso di Courmayeur e se la mia...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *