Poesia e colori alla Casa delle Farfalle di Bordano

Credo che immagini e parole possano avere in alcuni casi la stessa capacità di colpire, la stessa capacità di sfiorare alcuni tasti dell’animo umano. Ci sono parole così belle e profonde che generano immagini nella nostra mente, e viceversa, immagini così evocative in grado di stimolare parole: in entrambi i casi il risultato è emozione.

Osservando le farfalle sbattere le loro ali colorate a Bordano, mi è tornata in mente una poesia che ho imparato a scuola, durante l’ora di antologia. Non ho mai avuto cognizione di chi fosse l’autore, se si trattasse di una Poesia con la P maiuscola, o di una semplice filastrocca. Ma ha creato fin dalla prima lettura bellissime immagini nella mia mente, che mi è sembrato di vivere nella Casa delle Farfalle di Bordano, mentre osservavo questi animali volare in una splendida danza.

Lascio qui la poesia, che ho cercato di recente su internet ed ho scoperto essere di Corrado Govoni, un poeta italiano del periodo crepuscolare e futurista, e alcune delle foto più belle della mia visita alla Casa delle Farfalle di Bordano.

Ballerina (C. Govoni)

L’elegantissima vanessa
Che s’allontana e s’avvicina.

A questo fresco fiore di peonia,
è come una stupenda ballerina
che turbina magicamente
su un tappeto di fuoco e di profumo
sulla punta delle dita,
e, tra cuscini morbidi di rosa,
cade sfinita.

Eccola, s’avanza.
Tutta vestita di baci,
sulla peonia rossa di garanza;
agita i veli fantasiosi, e danza.

Tags from the story
,
More from Vale Diarioinviaggio

Praga: concorso per vincere un soggiorno nella città

Sono appena tornata da uno splendido weekend a Praga, una città che...
Read More

5 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *