Ein Prosit, rassegna enogastronomica in Friuli Venezia Giulia

Ogni anno si svolge a Tarvisio in località Malborghetto la tradizionale rassegna enogastronomica che ormai da qualche anno raduna in questo paese sul confine con Slovenia e Austria molti appassionati di vini e di cibi tradizionali del Friuli Venezia Giulia, Ein Prosit in Tarvis.
Ein Prosit si svolge di solito nel mese di novembre: il cuore della manifestazione è il paesino di Malborghetto, la location è Palazzo Veneziano, un edificio del ‘500 che nel resto dell’anno ospita il Museo Etnografico.

L’ingresso ad Ein Prosit è a pagamento ma a fronte della spesa si riceve un braccialetto che perme di entrare ed uscire dall’area espositiva a proprio piacimento nel corso della giornata. Ma ti assicuro che una volta all’interno è difficile trovare un motivo per uscire perché a Palazzo Veneziano ci sono espositori di prodotti tradizionali della zona, soprattutto friulani ma non solo, che tentano il palato con assaggi delle loro specialità: formaggi, affettati, olio d’oliva, e molto altro.

ein prosit in friuli venezia giulia

Partecipare ad Ein Prosit non è solo un modo piacevole per trascorrere una giornata all’insegna del buon cibo e del buon vino, o un’occasione per unire una gita in montagna con l’evento gastronomico, offre anche l’opportunità di conoscere meglio un territorio gustandone le specialità e scoprendone anche la storia.

Tra le tipicità proposte ad Ein Prosit voglio menzionare per esempio il “formadi frant”, formaggio oggi presidio Slow Food nato dall’esigenza degli abitanti delle montagne di “salvare” le forme di formaggio di malga rotte e non perfette che quindi non potevano proseguire il processo di stagionatura. Per dare origine al formadi frant le pezze di formaggio vengono ancor oggi sminuzzate e unite con latte, panna di affioramento, sale e pepe, creando un nuovo tipo di prodotto caseario tipico di questa zona d’Italia. Il formadi frant può essere così, classico, o aromatizzato con vari ingredienti come noci, peperoncino, kren, o altri condimenti.

Sempre in tema di formaggi c’è anche il più classico Montasio, che proprio nell’Altopiano del Montasio, a qualche km di distanza, ha la sua origine.

Leggi anche Yogurt e frico: il mio Altopiano del Montasio

In Friuli Venezia Giulia non mancano anche i salumi di eccellenza: dal classico ma intramontabile prosciutto crudo di San Daniele, passando per il crudo e lo speck di Sauris, al lardo, alle pregiatissime qualità di salami di cervo o cinghiale.

ein prosit in friuli venezia giulia

Dalla vicina Slovenia, più precisamente dalle saline istriane di Pirano arriva il sale, tra cui il primo sale, ideale per fare i dolci e il branzino di Pirano, servito su crostini in una crema con mascarpone e formaggio spalmabile.

Ma di presidi Slow Food il Friuli vanta anche altri prodotti oltre al formadi frant, che ovviamente si ritrovano tutti a Ein Prosit: il Radìc di Mont (radicchio di monte)e  l’aglio di Resia, delle piante autoctone che vengono conservate soprattutto sott’olio e servite come antipasti. Da Gemona arriva il pan di soc, un pane prodotto con il cinquantino, una piccola pannocchia che matura in 50 giorni).

ein prosit in friuli venezia giulia

E per terminare in bellezza i dolci, con una buona scelta tra biscotti e prodotti da forno, cioccolate, torroni e altre golosità.

Tra le bevande le birre artigianali provenienti da tutta la regione ed un piano completamente dedicato ai vini del Friuli Venezia Giulia, con momenti dedicati alle degustazioni delle principali cantine della regione.

Quante meraviglie ha da svelare il Friuli Venezia Giulia: ad Ein Prosit si inizia con il fare felice pancia e palato, se poi vuoi proseguire scoprendo le bellezze naturalistiche della zona ti consiglio di leggere tutti gli articoli che ho scritto relativi alle escursioni e agli eventi nel Tarvisiano.

Foto header credits Fabrice Gallina

Tags from the story
,
More from Vale Diarioinviaggio

Stare Mesto e Nove Mesto a Praga – Day 3

L’ultimo giorno del nostro weekend nella capitale ceca è trascorso a Stare...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *