Asia, Enogastronomia, Europa, Turchia

Street food ad Istanbul

E’ bello arrivare ad Istanbul e rendersi conto che la vita si vive principalmente fuori, lungo le strade, nei numerosi mercati e bancarelle che costeggiano le strade. Anche i negozi più tradizionali si riversano con i loro prodotti in vendita nelle strade, contribuendo a creare tutto questo grande e affollato mercato che è la città di Istanbul.

Street food una filosofia di vita

E sono tantissimi i venditori ambulanti di cibo da strada, lo street food, quello che si acquista nelle bancarelle e si porta via, lo si mangia in piedi, o seduti su uno scalino all’angolo della via.

A Istanbul ci sono davvero moltissimi venditori ambulanti che tentano i passanti con le loro prelibatezze, o con gli odori che provengono dai loro banchi.

Pannocchie e castagne

A proposito di odori, non si possono non riconoscere i profumi delle pannocchie abbrustolite e delle castagne bruciacchiate! I venditori di questi prodotti si possono trovare ad ogni angolo, pazienti in attesa dei clienti, dal mattino fino alla sera, quando la luce del giorno è calata e non resta che la piccola lampadina sul loro banchetto a illuminare i frutti bruciacchiati. E’ strano perchè a quanto pare da queste parti, le castagne soprattutto, non hanno stagionalità! Noi siamo abituati a mangiarle da metà autunno a metà inverno, ma qui le castagne sono sempre sulla piastra ad abbrustolire, indipendentemente dal periodo dell’anno.

street food istanbul

Centrifughe

Numerosi sono anche i banchetti di centrifugati di frutta fresca, in particolare il succo d’arancia e il succo di melograno sembrano essere quelli che vanno per la maggiore! I venditori ambulanti hanno dei spremi agrumi particolari, che in Italia non abbiamo mai visto prima, delle specie di torchi di ferro che svolgono la loro funzione davvero alla grande!

street food istanbul

Simit

Ci sono anche le bancarelle dei prodotti da forno, dolci o panini tipici turchi, tra i tanti abbiamo assaggiato uno dei più conosciuti probabilmente, il Simit, una ciambella di pane al sesamo. Io l’ho riconosciuto dopo averne letto nel libro “La bastarda di Istanbul” (che consiglio vivamente!).

street food istanbul

Chay

Vogliamo parlare del chay, il té che i Turchi bevono a qualsiasi ora del giorno? Venditori ambulanti passeggiano tra i passanti con le loro teiere o i termos colmi di questa bevanda e offrono chay a turisti o locali.

street food istanbul

Balik ekmek

Ad Eminonu, proprio dove attraccano i traghetti ci sono i venditori di balik ekmek, il panino con il pesce, una specie di arringa condita con insalata e cipolle, un po’ di limone e sale, niente di più. I”cuochi” cucinano il pesce su grandi piastre all’interno di barche dai colori vivaci attraccate al molo. Ipotizzo che il pesce venga pescato direttamente nello specchio di acqua lì davanti dai numerosissimi pescatori che affollano con le loro canne da pesca il Ponte di Galata: non ne sono sicura, ma in questo modo mi spiegherei perchè il ponte è sempre sovraffollato di pescatori ad ogni ora del giorno e della notte!

street food istanbul

Ayran

Il balik ekmek (e più in generale qualsiasi cibo) lo si mangia accompagnato da una bevanda tipica, l’Ayran, uno yogurt da bere leggermente salato che è l’ideale per spegnere il piccante di alcune pietanze. Io ero molto scettica sulla bevanda, ma in effetti non è male, ed è fondamentale se mangiate cibi molto piccanti (il sapore salato dell’Ayran si percepisce poco).

2012_09_06-10_Istanbul-88

Şalgam

Ad Eminonu, vicino alle barche dei venditori di balik un altro venditore proponeva una bevanda a noi sconosciuta, ma a quanto pare molto apprezzata dai turchi, e che durante il nostro soggiorno a Istanbul non abbiamo visto in altri posti: il Şalgam, un drink a base di rape fermentate, speziate ed aromatizzate. Una bevanda che ci incuriosiva, ma che non abbiamo avuto l’occasione di testare.

street food istanbul

Gelato

Altro street food tipico di Istanbul è il gelato: non un gelato qualunque come lo intendiamo noi, una sorta di sostanza appiccicosa con la consistenza della gomma da masticare, che i gelatai tirano e mollano utilizzando dei lunghi bastoni di ferro e servono ai clienti facendo delle simpatiche gag. Non è facile da spiegare quest’ultima cosa del gelato… Magari vi metto un video!

Per conoscere altre delizie della cucina di Istanbul vi consiglio queste altre due letture:

I dolci di Istanbul

Victoria, ristorantino a Beyoglu