Eventi, Friuli Venezia Giulia, Italia

Castelli Aperti in Friuli Venezia Giulia

castelli aperti in friuli venezia giulia

Ogni anno il Consorzio per la Salvaguardia dei Castelli storici del Friuli Venezia Giulia organizza Castelli Aperti in Friuli Venezia Giulia, delle giornate (solitamente un weekend di primavera e uno d’autunno) in cui le dimore storiche ed i castelli della regione aprono le loro porte ai visitatori.

Durante Castelli Aperti in Friuli Venezia Giulia alcune delle residenze storiche sono aperte al pubblico già dal sabato pomeriggio con visite guidate che partono ogni ora alle 15, 16, 17 e 18. La domenica è il giorno vero e proprio della manifestazione in cui tutte le strutture sono aperte con visite guidate dalle 10 del mattino alle 6 della sera.

Spesso nei giardini o nei cortili di ville e castelli che aderiscono all’iniziativa ci sono mostre d’arte e fotografiche, esposizioni di prodotti  caratteristici della regione come pizzi e merletti, abiti d’epoca, oggetti di artigianato. Non manca anche l’aspetto enogastronomico con degustazioni di vini locali e piccoli stand che vendono prodotti a km zero.

L’accesso ad ogni castello è a pagamento – il prezzo si aggira sui € 7.00, mentre per i bambini dai 7 ai 12 anni € 3.50. Un costo sostenibile se si decide di visitare un singolo castello ma che diventa importante se si pensa ad una giornata all’insegna della scoperta e della cultura che ne tocca più di uno.

A tal proposito penso sarebbe consigliabile se il consorzio proponesse ad un biglietto di un prezzo leggermente maggiore valido per accedere a tutte le strutture nella stessa giornata.

Ti piacciono i castelli? Scopri la nostra esperienza nei castelli del Piemonte

Quali castelli visitare durante Castelli aperti

Non tutti i castelli, le rocche e le residenze d’epoca che fanno parte del consorzio aprono le porte ai visitatori durante Castelli Aperti, quindi per capire quali sono visitabili è meglio dare un’occhiata preventiva al sito o alla pagina Facebook.

Noi nelle edizioni passate ne abbiamo già visitati alcuni che vi consigliamo nella lista qui sotto insieme ad alcuni altri che non abbiamo ancora avuto occasione di conoscere ma che ci ispirano molto.

Castello di Cordovado

Dell’antico castello rimane un bel borgo ben conservato e in parte recuperato circondato da un fossato e delimitato da due torri d’accesso. Sul sito del vecchio maniero che dominava la pianura nel Medioevo c’è ora la residenza d’epoca di proprietà della famiglia Piccolomini-Freschi.

Superato il cancello e attraversato un giardino che conduce all’interno della villa è possibile visitarne il piano terreno con il gran salone centrale Veneziano, la Sala della Musica e la Biblioteca, per poi ricollegarsi al giardino posteriore che si addentra in un piccolo boschetto. Da visitare nel giardinetto, alla sinistra dell’ingresso anche la piccola cappella di famiglia.

castello di cordovado

castello di cordovado

La parte a mio avviso più bella però è proprio il borgo medievale che si sviluppa a destra della villa: piccole casette un tempo abitate dalla servitù ma che oggi vivono grazie alla famiglie del piccolo borgo di Cordovado: ci sono porticine, suppellettili esterni, fiori e piante che creano angolini rustici tutti da fotografare. Vi consiglio proprio di farci due passi.

castello di cordovado

castello di cordovado

Castello di Villalta

Situato a Villalta di Fagagna (UD) si tratta di un vero e proprio castello di epoca medievale ben conservato con le mura, il ponte levatoio, la torre e il mastio.

La visita guidata che durante Castelli Aperti conduce alla scoperta dei tesori della residenza non può non menzionare anche la storia del conte Lucio, il signore del castello che fu condannato a morte a 27 anni dopo aver compiuto i più spregevoli atti in giro per la regione. Sembra che a renderlo così malefico sia stato il trauma di aver assistito al brutale assassinio del padre sugli scalini del castello alla tenera età di 4 anni.

castello di villalta

Dai bastioni del castello è possibile spaziare lo sguardo sulla campagna udinese e poi, scesi nuovamente nel cortile interno, assistere a dimostrazioni di falconeria ed esposizioni di ricami e scarpe tipici della Carnia.

castello di villalta

Castello di Muggia

Il Castello di Muggia è una struttura semplice e dalla forma rettangolare situato nell’omonima città vicina  a Trieste e al confine sloveno e che vi ho già nominato parlandovi del suo famoso carnevale.

Costruito nella seconda metà del 1300 per quattro secoli svolse la funzione di difesa militare ma poi venne abbandonato per essere acquistato nel 1900 dallo scultore Villi Bossi che lo ristrutturò. Oggi il castello è visitabile durante i giorni di Castelli Aperti in cui, oltre alla dimora storica, è possibile vedere esposte alcune opere dell’artista.

Quello che rende attraente questo castello credo sia soprattutto la sua posizione in un luogo di confine dell’Italia e con l’Est Europa. Inoltre è l’occasione per unire al lato culturale una visita enogastronomica ad una delle osmize del Carso.

Castello di San Floriano del Collio

Di per sé San Floriano del Collio è conosciuta per essere il cuore di un’ottima produzione vitivinicola (area menzionata tra l’altro tra i Best in travel 2016 di Lonely Planet). Il castello sorge tra le colline e le sue origini sembrano risalire al 1100: nel Medioevo faceva parte di un sistema difensivo collegato a Gorizia ed Aquileia ma nel 1600 venne conquistato dai veneziani.

La guerra 1915-18 fece molti danni al castello e ad oggi rimane ben conservata solo la parte nord in cui sono ben visibili la porta, due torri ed una parte delle mura.

Il Castello di proprietà dei Conti Formentini nel resto dell’anno, quando non è aperto al pubblico per Castelli Aperti in Friuli Venezia Giulia, è una rinomata location di eventi e matrimoni.

Castello di Spessa

Anche il Castello di Spessa si trova immerso tra le colline del Collio goriziano, un contesto fantastico dal punto di vista paesaggistico e conosciuto in tutto il mondo per i vini pregiati che qui vengono prodotti. Il castello si inserisce perfettamente in questa descrizione visto che la residenza che affonda le sue origini nel 1200 è oggi un bel resort con annessi vigneti e cantina in cui viene prodotto l’omonimo vino.

castello di spessa

Visitare il castello durante Castelli Aperti in Friuli Venezia Giulia è dunque l’occasione per degustare vini pregiati, barricati ed invecchiati.

Sei in vacanza? Scopri cos’altro vedere in Friuli Venezia Giulia


🐘 Iscriviti alla newsletter e continua a viaggiare con noi! 🐘