A Pesariis, nella valle del tempo

pesariis

Nel cuore della Carnia c’è una valle dove il tempo scorre, ma dove il tempo sembra anche essersi fermato.

E’ una sensazione strana addentrarsi tra le montagne della Val Pesarina in un pomeriggio autunnale: le strade strette sono sgombre. Curvano tra paesini di case di pietra addossate le une alle altre: sembrano quasi voler stare così strette strette per scaldarsi a vicenda quando il sole scende troppo presto dietro alle cime.

Gli alberi stanno già perdendo le loro chiome ramate e il fascino del caldo autunno lascia spazio ai freddi toni del mese di novembre, ai rami nodosi, agli orti ghiacciati.

Pesariis è il cuore ticchettante della Val Pesarina.

Ticchetta perchè qui ovunque ti volti trovi un orologio: ad acqua, solare o di quelli con tantissimi ingranaggi tutti al posto giusto.

Pesariis - Val Pesarina
Sui muri delle case, lungo le strade: orologi

A Pesariis già dal 1700 aveva sede la Solari, una fabbrica che produceva orologi artigianali. Venivano commissionati orologi dalle famiglie più ricche che li installavano all’esterno delle case, orologi per le torri campanarie… E poi orologi che venivano venduti nelle zone vicine in Veneto e Friuli Venezia Giulia.

La Solari portava lavoro e ricchezza in valle… E anche innovazione: è qui che è stato inventato il metodo degli orologi a palette (quelli utilizzati spesso ancora oggi nei tabelloni degli arrivi e partenze delle stazioni ferroviarie).

Oggi la Solari non è più un’azienda familiare, e la produzione si è spostata a Udine… Però nel paese ticchetta ancora la sua storia.

Pesariis - Val Pesarina
Vicoli di Pesariis

Passeggiamo tra le vie di questo paesino silenzioso nel primo pomeriggio, superiamo cataste di legna, stivali infangati abbandonati sulle scale di casa, gli occhi scrutatori di un gatto da dietro una finestra. Calpestando stradine di ciottoli si mostrano ai nostri occhi prima un orologio alimentato ad acqua, poi una meridiana solare, poi un orologio con mille ingranaggi a vista, ma dove non mi è chiaro come si legga l’ora.

Pesariis - Val Pesarina

Pesariis - Val Pesarina
Cataste di legna

Arriviamo in una piazza dove a terra, lungo una linea, ci sono i mesi dell’anno ed i segni dello zodiaco… Mi incuriosisce, allora leggo il cartello esplicativo posto in corrispondenza di ogni orologio della città, e scopro che si tratta di una “meridiana orizzontale analemmatica”. Nome strano! L’ora viene indicata dalla mia stessa ombra quando mi posiziono all’altezza del mese dell’anno in corso. Peccato che il sole è già calato dietro alle montagne, altrimenti sarebbe stato bello vedere se funzionava davvero, anche se non ne dubito!

Pesariis - Val Pesarina
La meridiana orizzontale analemmatica

 

Pesariis - Val Pesarina
Orologi, orologi, e ancora orologi a Pesariis

E’ così Pesariis, un museo degli orologi a cielo aperto. Ma volendo completare questo viaggio nel tempo c’è anche la mostra dell’orologeria: un museo dove si conservano tanti e diversi tipi di questi oggetti che hanno fatto la storia della valle.

Durante la nostra “gita nel tempo” non ci siamo fatti mancare altre due esperienze “tradizionali” della Carnia: la cucina locale e un po’ di artigianato tipico.

Se cercate un posto dove pranzare andate all’Agriturismo Plan da Crosc in località Croce. E’ uno stabile ristrutturato aperto da poco dove mangiare piatti tipici della Carnia, come i famosissimi cjarsons (o cjalsons), ravioli semidolci ripieni di cacao, ricotta, cannella, prezzemolo, erba cipollina e conditi con burro fuso e ricotta affumicata. Hanno un gusto molto particolare e non è detto che piaccia a tutti, ma vi assicuro che vale la pena provare almeno una volta questa pietanza tipica friulana!

cjarsons
I famosi cjarsons della Carnia

Agriturismo Pian dei Crosc

Ci sono anche altri primi e secondi (come l’immancabile frico, o gli spezzatini e stufati con la polenta), salumi e formaggi, tutti a base di prodotti locali.

Si mangia bene e si spende il giusto. E poi il personale è gentilissimo: alla fine obbligatorio è un bicchierino di grappa!

Agriturismo Pian dei Crosc
Si termina con un giretto di grappe

Contatti:
Agriturismo Plan Da Crosc
loc. Croce, 2
33025 Prato Carnico
tel. 320 1423359
(meglio telefonare per sapere se sono aperti e prenotare)

Per vedere da vicino ciò che rimane di una antica tradizione artigianale potete andare a Casa de Antoni a Comeglians. Non c’è nulla da visitare in questo laboratorio ma non dovete lasciarvelo scappare se volete farvi fare una giacca o un gilet in lana cotta su misura made in Carnia: la signora Maria Teresa da anni fila la lana cotta e produce abiti, giacche e gilet da uomo, donna e bambino portando avanti con fermezza e simpatia una tradizione locale.

De Antoni Carnia
Laboratorio artigianale di abiti in lana cotta

 

De Antoni Carnia
Gilet in lana cotta

Nelle piccole stanze sono accatastate innumerevoli stoffe, fili e passamanerie, abiti già confezionati, coperte, sciarpe, ciabatte, berretti di tutti i colori. C’è veramente di tutto in questo laboratorio, insieme ai premi vinti, alle foto delle sfilate e a quelle dei viaggi in India e Cina fatti dalla signora Maria Teresa…

De Antoni Carnia

De Antoni Carnia
Mille fili variopinti

Contatti:
De Antoni Carnia
Via Roma 41
33023 Comeglians UD
http://www.deantonicarnia.com

Tags from the story
More from Vale Diarioinviaggio
Antico Pizzo Risorto, ristorante a Venezia
Scegliere un ristorante dove fermarsi a mangiare a Venezia è cosa ardua...
Read More

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *