Ciaspolissima 2014 in notturna, concedetemi uno sfogo!

Il weekend passato sono stata di nuovo in montagna nel Tarvisiano che è un po’ la mia seconda casa: quando posso mi ritiro lì che ci sto sempre bene, in pace e a mio agio con me stessa ed il mondo che mi circonda.

Sabato e domenica (il 25 e 26 gennaio) si svolgeva la 7a edizione della Ciaspolissima a Valbruna, una specie di gara di corsa… ma con le ciaspole ai piedi! E sabato sera c’era la versione soft dilettantistica, in pratica quella per chi non ha il fisico per partecipare alla competizione vera sopra, ma comunque ama la montagna e le passeggiate sulla neve e voleva un’occasione per mettere le ciaspole ai piedi.

L’aspetto più magico era che si svolgeva di sera.

Il meteo è stato dalla nostra e ci ha donato un cielo limpidissimo punteggiato da un milione – ma che dico, anche di più! – di stelle. Non so se ho mai visto un cielo così bello, era davvero da rimanere a bocca aperta.

Il tracciato era pensato apposta per permettere a chiunque di partecipare (c’erano molti bambini, famiglie, si poteva anche fare dog trekking, cioè ciaspolare con il cane al guinzaglio – io avrei tanto voluto aver portato la Maya!) quindi nulla di particolarmente impegnativo: una piccola salita, un breve tratto in quota e poi si scendeva di nuovo a valle e si terminava l’anello in piano seguendo il percorso delimitato da fiaccole.

ciaspolissima 2014
L’arco di partenza della Ciaspolissima

E’ stata un’esperienza suggestiva e divertente anche se dal punto di vista organizzativo secondo me è stata parecchio carente.

La partecipazione avveniva in seguito alla compilazione di una form sul sito e del pagamento di una quota di iscrizione, che se fatta con un certo anticipo era più economica. Ecco le condizioni direttamente dal sito degli organizzatori.

condizioni ciaspolissima 2014

Io che ho prenotato il 23 sera ho pagato come indicato 12 € (a testa per me e le altre 3 persone che erano con me). Ho effettuato il bonifico al conto corrente indicato e ho scritto 2 e-mail per chiedere informazioni generiche.

Alle e-mail non ho ricevuto risposta ancora adesso, però ho pensato che forse erano presi con l’organizzazione dell’evento e che quindi non hanno trovato il tempo di rispondere. Ok questa gliela posso anche passare.

Quello che mi ha lasciata parecchio interdetta invece è che al momento dell’accettazione mi hanno chiesto copia del bonifico, che io non avevo con me.

Ho fatto una bella figuraccia ed ero in imbarazzo (cioè come da copione la mia faccia era diventata paonazza) perché sembrava quasi che non avessi pagato e che cercassi di fare la furba: sicuramente avrei potuto stampare una copia del bonifico se non fossi distratta come al mio solito, ma da nessuna parte c’era scritto che sarebbe servito.

Non era forse compito degli organizzatori richiederlo specificandolo nel sito, o assicurarsi di avere una lista di chi aveva fatto il versamento?

Alla fine mi hanno creduta “sulla fiducia”. E per fortuna.

Perché oltre alla figuraccia la beffa: un bel foglio stampato di fresco accanto all’accettazione che diceva che l’adesione costava € 10….

Ma scusate, e io che ho prenotato in anticipo, pagato i costi del bonifico e fatto la figura di *beeep* qua davanti a tutti e a una coda di 20 persone che aspetta il suo turno dietro di me… Pago di più? Cos’é, ho il bonus? Non ho capito!

ciaspolissima 2014 valbruna
Le nostre ciaspole a noleggio

Il costo di partecipazione includeva il noleggio ciaspole, e andava pagato sia che si usufruisse o meno del servizio. E poi includeva thé caldo self service alla spina. Accesso all’area aperto a tutti, nessun gadget, o una pettorina (giusto per dire io che ho pagato la ricevo).

Sinceramente se io fossi venuta con le mie ciaspole e avessi pagato 10 € (o 12€ a seconda del grado di sfiga) per un thé caldo un po’ mi sarei incazzata.

Non per essere venale, quello che mi ha dato fastidio (sommato alla figuraccia all’inizio) è che mi sono sentita presa in giro.

Non mi soffermo troppo neanche sul fatto che alla partenza della ciaspolata i primi della fila hanno sbagliato tracciato lasciando fuori la parte più impegnativa (ma anche bella) del percorso così che in circa 20 minuti eravamo già all’arrivo e percorrere il sentiero completo ha richiesto un secondo giro. Non mi è dispiaciuto, ma mi chiedo: non c’erano degli organizzatori tra i capifila? Evidentemente no.

Quindi: fantastico il cielo, le montagne, suggestiva la processione di lucine frontali, bella l’esperienza sulle ciaspole… Ma mi auguro che per la prossima edizione ci siano miglioramenti dal punto di vista organizzativo.

Spero anche che qualcuno coinvolto nell’organizzazione legga queste mie parole, e magari che mi risponda (almeno qui) dicendomi che mi sono sbagliata su qualche punto o che ho capito male, ne sarei molto più contenta.

Tags from the story
More from Vale Diarioinviaggio

Ossa di drago – Libri in viaggio

Se vi piacciono i libri avventurosi che, mentre vi presentano misteri e...
Read More

4 Comments

  • Come accade (purtroppo) in molti casi, le bellezze degli scenari naturali e il divertimento offerto da manifestazioni del genere vengono “rovinate” dalla disorganizzazione e dai cattivi comportamenti “umani”. La cosa mette a dir poco tristezza! Complimenti agli organizzatori per aver fatto pagare di più chi comprava online. Veramente complimenti! (Si vede che sono shockata dalla cosa?!?) 🙂

    • Ciao Lucia,
      Grazie del tuo commento.
      Non metto in dubbio che non sia facile organizzare un evento quindi capisco che i problemi organizzativi siano all’ordine del giorno. Per fortuna l’esperienza di per sé non è stata rovinata perché il paesaggio era veramente bello 🙂
      …Però a posteriori a ripensarci non è mai simpatico.
      Mi auguro davvero che tengano conto di questi problemi/errori per le future edizioni.

  • Grazie della segnalazione molto utile pro futuro.

    Abbiamo avuto un responso inaspettato (quasi il doppio della partecipazione dello scorso anno) che ci ha effettivamente messo un po in difficoltà nella fase di accoglienza dei partecipanti per il sabato. Comunque le assicuro che i costi individuali erano quelli indicati sopra cioè € 10 se iscritti entro il 12/1 e € 12 se iscritti entro il 24/1. Chi non si iscriveva on line aveva un sovrapprezzo di 2€, quindi i preiscritti non pagavano più degli altri. Inoltre chi riusciva ad organizzasi in gruppi di almeno 15 partecipanti aveva ulteriori agevolazioni.

    Riguardo ad un costo di 10 € da lei menzionato non so quale foglio per l’adesione le abbiano fatto firmare (anche perchè se eravate preiscritti non erano necessari) E’ possibile che nella ressa per le iscrizioni ci siano stati dei disguidi e ce ne scusiamo.

    Riguardo ai gadget, come indicato dal programma, sono stati distribuiti ai partecipanti alla manifestazione di domenica dove, anche facendo tesoro delle difficoltà incontrate sabato, ci siamo attrezzati diversamente e le cose sono filate molto lisce.

    • Buongiorno Lucio, grazie del commento.
      Tengo a specificare che le mie osservazioni sono tutte riferite alla ciaspolata in notturna, che è quella alla quale ho partecipato: mi fa piacere che per l’evento di domenica le cose siano andate meglio.
      Il costo di 10€ che ho menzionato era indicato in un foglio appeso accanto al banco dell’accettazione. Non mi è stato chiesto di firmare nulla, semplicemente ho visto quel foglio dove era chiaramente scritto che il prezzo era di €10, quindi immagino fosse per chi si iscriveva al momento: mi dispiace solo non aver avuto la prontezza di fotografarlo.
      Spero davvero che terrete in considerazione le mie critiche: la ciaspolata in notturna è davvero un bell’evento ed è un peccato che l’esperienza si possa rovinare per così poco.
      Grazie e buona giornata
      Valentina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *