Italia, Veneto, Veneto Orientale

5 monumenti da vedere a Portogruaro

portogruaro

In tanti non lo sanno, molti non se lo aspettano, ma Portogruaro è una cittadina che seppur piccola ha degli scorci veramente pittoreschi ed angolini carini che vale la pena vedere.

Insomma non è solo la città associata ad “unabomber” e un posto a cui non dareste mezza lira, ve lo assicuro!

Campanili pendenti, torri medievali, merlature ghibelline… Ci sono alcuni monumenti che non bisogna proprio dimenticarsi di visitare se vi ritrovate nel cuore dell’antico centro storico di origine medievale.

Questi sono in assoluto i miei preferiti:

1. Le torri di Sant’Agnese, San Giovanni e San Gottardo.

Erano le porte d’accesso alla città: grandi torri in pietra che fungevano da varchi nella cinta muraria che all’epoca cingeva Portogruaro. Avevano grandi portoni in legno che come in ogni cittadella medievale che si rispetti venivano aperti e chiusi a seconda delle necessità.

Ora i portoni non ci sono più e le torri sono perennemente aperte per il passaggio delle auto (eccetto la torre San Giovanni che è solo pedonale).

Oltre a Sant’Agnese, San Giovanni e San Gottardo c’erano anche altre due torri che purtroppo sono andate distrutte in passato: torre San Nicolò e la torre del Palù.

In corrispondenza di quest’ultima era stato ricreato sul terreno il tracciato delle fondamenta della vecchia torre, ma per il rumore che le auto facevano passando sopra al ciottolato il tracciato è stato coperto con l’asfalto: si può ancora vedere il tentativo di “memoria” e la pezza che vi è stata messa sopra!

Per chi invece è curioso di vedere com’è l’interno di una di queste torri si può visitare la torre Sant’Agnese che ospita attualmente il museo della città.

Torre San Gottardo a Portogruaro

Torre San Gottardo a Portogruaro

Torre San Giovanni a Portogruaro

Torre San Giovanni a Portogruaro

Torre Sant'Agnese a Portogruaro

Torre Sant’Agnese a Portogruaro

Torre Sant'Agnese a Portogruaro

Torre Sant’Agnese a Portogruaro

2. Il Municipio

E’ un edificio un po’ strano, non ne ho mai visti di simili in giro! Ha una facciata piatta, di un colore rosato e guglie ghibelline sulla sommità.

E’ di epoca medievale: inizialmente c’era solo la parte centrale, le due laterali sono state aggiunte successivamente (e se osservate bene lo potete vedere ad occhio nudo).

Al centro della facciata, che conduce al piano superiore c’è una grande scala in pietra bianca d’Istria che porta alla sala consiliare, o da dove si possono vedere scendere le spose in abito bianco dopo la cerimonia civile, o ancora dove i bambini amano giocare.

Un altro posto dove i bambini giocano volentieri è ai piedi della statua “del cavallo”: il monumento ai caduti che ormai noi portogruaresi siamo abituati a vedere al centro della piazza proprio davanti al municipio (è un punto di riferimento!), ma il cui spazio una volta era occupato da una grande fontana.

L’interno del Municipio è in parte visitabile durante gli orari d’ufficio.

municipio di Portogruaro

Le guglie del municipio di Portogruaro

Il municipio di Portogruaro

Il municipio di Portogruaro

Municipio di portogruaro

Il municipio con le merlature ghibelline di Portogruaro

3. Il campanile pendente

E’ una delle caratteristiche che distinguono Portogruaro dalle altre città, anche se ad essere onesti non è l’unico nemmeno in zona. Però questo ha una pendenza davvero importante, che ogni anno tende ad aumentare sempre di più, tanto da aver portato alla decisione di bloccare il suono delle campane per non incidere ulteriormente in modo negativo sulla struttura.

Non so perché penda, probabilmente il motivo è semplicemente legato a cedimenti strutturali che momentaneamente non si possono risolvere a causa dei costi alti e della mancanza di fondi, ma a me questa caratteristica particolare del campanile non dispiace (sperando che non finisca per pendere così tanto da renderlo pericoloso).

Vicino al campanile il Duomo di Sant’Andrea che però è più bello da dentro che da fuori (visto che la facciata è rimasta incompiuta).

Il campanile pendente visto dai mulini di Portogruaro

Il campanile pendente visto dai mulini di Portogruaro

Il cavallo ed il campanile di Portogruaro

Il cavallo ed il campanile di Portogruaro

campanile pendente portogruaro

Il campanile pendente di Portogruaro

4. I mulini

Sono la parte più carina della città i due mulini ad acqua sul fiume Lemene: fino a qui in passato arrivavano le barche da Caorle e da Venezia, che risalivano il corso d’acqua per commerciare i prodotti lagunari.

Oggi i mulini sono centri espositivi di mostre temporanee, aperti in genere dal giovedì alla domenica: non perdetevi una passeggiata lungo il ponticello di legno per ammirare il placido scorrere del fiume Lemene, il continuativo incedere delle pale dei molini e qualche oca ed anatra che sguazza nell’acqua.

I mulini di Portogruaro

I mulini di Portogruaro

mulini di Portogruaro

I mulini di Portogruaro con vista sul campanile

I mulini di Portogruaro sul fiume Lemene

I mulini di Portogruaro sul fiume Lemene

5. Il seminario

Portogruaro un tempo aveva il suo Seminario, che oggi è una scuola elementare, media e superiore (l’istituto G. Marconi) e sede staccata dell’università di Trieste e Padova.

Durante gli orari di apertura al pubblico è possibile entrare nel chiostro e passeggiare all’ombra del porticato. Al centro un grande prato di solito verdissimo dove i bambini trascorrono la ricreazione.

Collegata al seminario c’è la piccola chiesetta di San Cristoforo che sarebbe la più antica costruzione della città.

portici del seminario di Portogruaro

I portici del seminario di Portogruaro