Il mio #NeVadoFiero: blog, viaggi e me

Quando si creano quelle catene di post su un tema specifico mi si storce il naso perché le catene di Sant’Antonio non le ho mai amate, però devo ammettere che da quando ho visto riempirsi la timeline di Twitter con i vari #NeVadoFiero di conoscenti ed amici mi sono messa a riflettere sulle cose che faccio che mi rendono fiera di me stessa.

Non è una cosa scontata, anzi. Per come sono fatta tendo a non dare molto peso a quello che faccio di buono, ma piuttosto a colpevolizzarmi quando faccio qualcosa di sbagliato. Pensare alle cose di cui vado fiera di me è stato piacevole e positivo per la mia autostima.

Quindi alla fine quando Cristina mi ha “passato il testimone” mi ha fatto piacere ed ho deciso di fissare su un post le tre cose di cui sono fiera di me.

1. Uso la bicicletta

Sarà che un po’ sono “obbligata” perché in casa abbiamo solo un auto da spartire in due e che sono anche fortunata ad abitare vicinissima al lavoro e al centro città, ma sono estremamente fiera di me che ogni giorno da circa un anno, con il bello o il cattivo tempo, prendo la bicicletta per spostarmi, andare al lavoro, fare la spesa, andare a bere lo spritz in centro.

Sono orgogliosa di saper rinunciare alla comodità enorme che muoversi in auto può dare e sono felice del risparmio che questa scelta mi procura.

Poi naturalmente per gli spostamenti più lunghi torno sempre ad utilizzarla l’auto, non posso farne a meno, ma si inizia sempre a piccoli passi, no?

vale-bicicletta
Io in bici (in montagna però)

2. Ho creduto in me e nel mio blog

Sono fiera di questo blog. Sono fiera di aver creduto in me stessa, di aver dato voce ad una passione e di aver trovato il coraggio di scrivere pubblicamente online pensieri ed esperienze: vi assicuro che non è facile perché spesso finisci per metterti a nudo e a leggerti non ci sono sempre solo sconosciuti, anzi.

Sono orgogliosa di aver continuato a dare voce a quella passione anche quando tante persone più o meno manifestamente se ne prendevano gioco o la sminuivano.

Ora che questo blog mi porta tante soddisfazioni personali ho la prova soprattutto per me stessa ma anche per gli altri che qualcosa di buono l’ho fatto e che posso essere orgogliosa di come faccio le cose. Posso essere fiera dell’aver avuto costanza e di non essermi arresa mai e spero che questo esempio mi possa essere d’aiuto anche in futuro per altre cose.

vale-scrittura
Io che scrivo (sulla carta e non al PC però)

3. Sono fiera di come viaggio

Pur di viaggiare farei di tutto: preferisco comprarmi un paio di jeans e una maglietta in meno o evitare una cena in ristorante pur di investire quei soldi in un viaggio. Per carità non mi privo neanche delle cose di cui ho bisogno, ma ho comunque le mie priorità e i viaggi sono in cima alla lista.

E poi sono orgogliosa di come viaggio: di essere indipendente nell’organizzare le mie vacanze, di riuscire a farmi capire con le persone quando sono all’estero (e sono fiera di saper parlare bene in alcuni casi e alla bene e meglio in altri tre lingue oltre alla mia), cerco di rispettare le altre persone, i luoghi e le culture locali quando mi sposto.

Mi comporto sempre da “ospite” in un paese straniero: grata di trovarmi lì e rispettosa perché sono convinta che quando sono in viaggio le persone di quel posto mi stiano facendo un “favore” aprendomi in un certo senso le porte della loro casa, del loro quartiere, della loro città, e spero che questa mia disposizione d’animo si capisca e venga apprezzata.

 

Eccoli i miei #NeVadoFiero. Sono cose semplici, che per qualcuno potranno sembrarlo anche troppo, eppure a me sono cose che danno una grande soddisfazione. E’ strano come faccia star bene averle messe nero su bianco.

Tags from the story
More from Vale Diarioinviaggio

Visitare Granada in un giorno

Ci svegliamo con calma – in Spagna i tempi sono più lenti...
Read More

14 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *