Didatticando con i nipotini

Didatticando Pravisdomini

Questo weekend è stato bellissimo.

E no, non ho viaggiato lontano chilometri.

Sono stata a casa, anche se in casa veramente ci sono stata poco. Diciamo che ho gravitato tra Portogruaro, dove c’erano le Terre dei Dogi – la rassegna enogastronomica che si svolge tutti gli anni a maggio nella mia città, ho fatto un salto al SextoVintage a Sesto al Reghena, con le bancarelle di abiti e accessori vintage e concerti di musica rock and roll…

E poi ho trascorso un bel pomeriggio con i nipotini: questo sì che è stato bellissimo.

Siamo andati a Pravisdomini, questo piccolo paesello non distante da casa, e ci siamo messi a giocare con i Lego. Come noi altri bambini con le loro famiglie. Saremmo stati una decina o un po’ di più.

Didatticando Pravisdomini

Nulla di più facile, nulla di più normale, nulla di più divertente.

Ci sono andata perché ad organizzarlo c’erano le ragazze di Didatticando, un’associazione didattico culturale che vuole essere un po’ l’aggregatore di tutte le attività indirizzate a bambini e ragazzi nel territorio, ma che organizza anche in prima persona eventi e laboratori tematici che coinvolgono i bambini.

Didatticando Pravisdomini

Siccome penso sia bello che sul territorio ci sia qualcuno che si dà da fare per promuovere eventi interessanti, coinvolgere le persone e farle incontrare, e siccome conosco qualcuna di queste ragazze sono andata a vedere cosa combinavano. E siccome bambini non ne ho, abbiamo “affittato” mamma Cristina, papà Gabriele e nipotini Davide e Noemi.

Ci siamo seduti per terra nell’erba sopra coperte e asciugamani portati da casa, e abbiamo iniziato a giocare con i mattoncini: la consegna suggeriva di costruire un pezzo di una città, possibilmente tutto di un colore.

Noemi voleva costruire una torre rosa, Davide una piscina (azzurra).

Dopo aver costruito Davide ha pensato bene di fare il Caterpillar e demolire il tutto… Poco male, abbiamo ricominciato alternando il lavoro dei costruttori a quello dei raccoglitori di foglie e margherite. E poi Davide voleva comandare il vento, che continuava a soffiare fastidioso su di noi (“Fermati vento!”). Che ridere!

Didatticando Pravisdomini Didatticando Pravisdomini

Insomma alla fine abbiamo raccolto tutti i lavori sul tavolo e i bimbi sono stati premiati per il loro impegno (anche se in alcuni casi gli adulti hanno contribuito un bel po’).

Ne è nata una bella città colorata, i bambini si sono divertiti e anche i grandi.

Alla fine al ritorno ci siamo anche beccati questo splendore di paesaggio, con i raggi del sole ed il verde che incontra l’azzurro del cielo.

campagna-portogruaro

A volte vale la pena godersi l’aria di casa, i paesaggi, le persone che ti riempiono la vita di sorrisi.

Didatticando Pravisdomini Didatticando Pravisdomini Didatticando Pravisdomini Didatticando Pravisdomini Didatticando Pravisdomini Didatticando Pravisdomini

More from Vale Diarioinviaggio

Guida completa alle spiagge per cani in Veneto

Più volte ci è capitato di scegliere (o non scegliere) una meta...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *