Europa, Geek, Italia, Libri in viaggio

Fred, il social network per il prestito dei libri

Avete mai pensato di prestare a qualcuno uno dei vostri preziosi libri? Io mi sono sempre detta “col cavolo che do i miei piccolini a qualche sconosciuto”. Già è difficile separarmene e prestarli a qualcuno che conosco, figuriamoci a dei perfetti estranei!

Eppure mi sono ricreduta e mi sono “messa in gioco” quando ho scoperto dell’esistenza di Fred, un social network per lo scambio di libri pensato da un ragazzo di Padova.

Il ragazzo in questione si chiama Giacomo, e Fred mi ha incuriosito così tanto che gli ho chiesto se me ne parlava un po’ in prima persona.

Ma prima vi spiego come funziona Fred, è semplicissimo.

Accedi al sito e ti iscrivi (o ti logghi tramite Facebook), una volta creato il tuo profilo nel quale devi indicare anche la località/città dove vivi, puoi iniziare ad inserire i libri che sei disposto a regalare o scambiare, e puoi trovare altri utenti nel raggio di qualche chilometro che prestano libri a loro volta.

Quando trovi nei paraggi un libro che ti piace contatti la persona che lo presta e vi mettete d’accordo per dove e quando effettuare lo scambio.

Fred

Fred

Quindi in realtà Giacomo non ha inventato nulla di particolarmente innovativo, ma la sua personalità e le esperienze di vita l’hanno portato a trasformare un’idea semplice e forse banale in qualcosa di nuovo e di interesse comune.

So che l’avrai raccontato un milione di volte ormai, ma dicci come è nato Fred.

Ai tempi dell’università comprai all’asta uno stock di 2.500 libri appartenuti a Tito Bracco, un signore di Padova morto senza eredi.

Una volta ritrovatomi con tutti quei libri ero un po’ preoccupato: mi chiedevo come avrei mai potuto leggerli tutti. Ho pensato che forse avrei potuto prestarne un po’ agli amici o creare una sorta di “biblioteca di condominio”… però prima di metterli in circolazione volevo innanzitutto catalogarli, e gli strumenti informatici all’epoca erano piuttosto complessi. Quindi preso anche da altri progetti ed attività ho lasciato un po’ da parte l’idea che è “tornata a galla” qualche tempo dopo.

Sempre durante l’università infatti facevo parte di un gruppo di studenti molto attivi – si chiamava “Primo lunedì” – organizzava discussioni su temi di interesse comune e anche scambio di libri: mi chiesero se mi volevo occupare di questo aspetto, allora ho ritirato fuori la vecchia idea che non avevo mai dimenticato e ho pensato di trasformarla in una piattaforma web.

A che tipo di utenti si rivolge Fred?

Principalmente alle persone “normali”, gli utenti privati come me e te che decidono di mettere a disposizione i propri libri o di andare in prestito dagli altri.

Poi anche gli esercizi commerciali, come bar, panetterie, negozi, enoteche… Tutti possono diventare dei Fred Point, luoghi di incontro reale della piattaforma dove le persone si danno appuntamento per gli scambi. Il primo Fred Point lo abbiamo appena aperto a Padova presso la panetteria “Bread & Breda” e speriamo ne seguano molti altri, in primis librerie indipendenti che capiscano la potenzialità di essere un punto di incontro per amanti della lettura.

E per ultimi utenti di Fred possono essere anche aziende che si rivolgono a noi per avere un sistema di gestione delle loro biblioteche aziendali.

First FRED POINT - bread and breda 2

First FRED POINT – bread and breda

First FRED POINT - bread and breda

First FRED POINT – bread and breda

Secondo te qual’è la cosa che rende Fred “vincente” [ sì perché in soli 2 mesi e mezzo Fred ha registrato utenti da 45 paesi diversi nel mondo].

Il bello di Fred non è tanto nello scambio di libri di per sé visto che le biblioteche esistono da sempre ed anche attraverso quelle si può accedere ai libri a costo zero.

Il plus di Fred è la possibilità di trasformare qualcosa di virtuale in un incontro reale. Con Fred da uno scambio libri potresti conoscere una persona con interessi simili ai tuoi, tutto partendo da un libro o da un autore affine.

The FRED Trailer surrounded by kids

The FRED Trailer surrounded by kids

So che hai già fatto un “tour promozionale” per far conoscere Fred in Italia: sei partito da Padova in bicicletta e hai percorso 500 km arrivando a Roma. Hai altri progetti simili in programma?

Sì, io e Maria Cristina – la mia ragazza – abbiamo fatto questi 500 km “di prova” tra Padova e Roma per promuovere Fred: siamo partiti in sella a due bici trainando un carretto pieno di libri che regalavamo lungo la strada raccontando il progetto di Fred. E’ stato bello, è piaciuto alle persone che incontravamo, soprattutto ai bambini. Tutti rimanevano un po’ stupiti quando capivano che i libri non erano in vendita ma in regalo!

Ho detto che quello era un tour “di prova” perché tra qualche giorno partiamo per il “tour europeo”: sempre in bicicletta con il nostro carretto colmo di libri e di bagagli raggiungiamo Civitavecchia e da lì ci imbarchiamo per Barcellona. A Barcellona daremo inizio al tour promozionale di Fred per l’Europa che ci porterà ad attraversare i Pirenei, risalire la Francia fino a Parigi, proseguire per Bruxelles, Amsterdam, Londra, Cardiff e il Galles ed infine (forse, perché non siamo certi di terminare tutto lì) Dublino.

The Riders

The Riders

Per seguire le tracce di Fred, Giacomo e Maria Cristina per l’Europa ci sono la pagina Facebook o l’account Twitter.

Io vi consiglio di accedere al sito di Fred, iscrivervi e iniziare ad inserire un po’ di libri da prestare… Io ho già iniziato, ma al momento nella mia zona ci sono poche persone iscritte e molte meno che mettono a disposizione i loro libri, quindi il fine di questo post, oltre a farvi conoscere un progetto che mi ha molto colpito, è anche un po’ egoistico e volto ad incrementare i prestatori di libri nei dintorni… 😉

Buone letture a tutti, e ci vediamo [anche] su Fred!