Belgio, Europa

Itinerario alla scoperta dei mulini a vento di Bruges

Sulla bellezza di Bruges non si discute, eppure c’è un quartiere della città che forse è un po’ meno conosciuto degli altri ma che mi ha lasciata molto colpita e che consiglierei a chiunque di visitare, soprattutto in una bella giornata di sole in autunno o primavera.

E’ il quartiere di Sant’Anna caratterizzato soprattutto da un bellissimo parco che costeggia il canale e sul quale si ergono imponenti dei caratteristici mulini a vento.

Il nostro itinerario si è svolto a piedi ma può essere molto bello da fare anche in bicicletta affittandone una nel centro di Bruges.

Partiamo da Coupure, la via che costeggia il canale a cui sono attraccate le house boat. Qui ci vivono sul serio delle persone: alcune sono vere e proprie ville galleggianti considerate le dimensioni notevoli delle barche.

Coupure

Coupure

Percorriamo Coupure in tutta la sua lunghezza fino a che il canale che stiamo costeggiando non si unisce con quello che circonda il centro storico della città. Tutto intorno alla città c’è un stretto e lungo parco verde che costeggia il canale percorso da una stradina ciclabile e pedonale.

Noi svoltiamo a sinistra e iniziamo a camminare nel parco mentre il sole fa capolino tra le fronde degli alberi colorate d’autunno e sprazzi di cielo azzurro si aprono sopra le nostre teste.

Il parco

Il parco

Dobbiamo fare attenzione perché qui le biciclette hanno la precedenza, quindi dobbiamo camminare a lato non ostruendo la strada ai ciclisti.

Raggiungiamo il primo mulino a vento, il Bonne-Chièremolen, colorato di bianco, che subito ci sorprende per la sua dimensione e per le sue grandi pale che si stagliano verso il cielo azzurro. Non avevamo mai visto un mulino a vento prima.

2014_10_18-19_Brugges-49

Bonne-Chièremolen

 

Poco più in la Sint-Janshuismolen, visitabile in estate, da maggio ad agosto (9.30-12.30 e 13.30-17.00, dal martedì alla domenica).

2014_10_18-19_Brugges-55

Mulini a vento Bruges

2014_10_18-19_Brugges-53

Mulini a vento Bruges

 

Poco più avanti, su una collina rialzata c’è il Koeleweimolen, attivo dal 1765 e ancora funzionante, è alto ed imperioso. Questo mulino a vento durante l’estate, nei mesi di luglio ed agosto è visitabile (9.30-12.30 e 13.30-17.00, dal martedì alla domenica).

All’interno di questi due mulini si visita il Bruggemuseum Molens, il museo del mulino, che appunto spiega la storia di questi edifici e della loro funzione nel corso del tempo.

L’ingresso costa € 3 per gli adulti, € 2 per i bambini, ma se avete la Brugge City Card l’ingresso è gratuito.

2014_10_18-19_Brugges-59

Mulini a vento Bruges

 

Prima del ponte proseguiamo a sinistra passeggiando nel quartiere di Sant’Anna, sempre costeggiando il canale, tra gli alberi autunnali che stanno perdendo le foglie.

Tra le vie di Sant’Anna si possono ammirare molte effigi della Madonna all’esterno dei palazzi: vaghiamo a caso ammirando le porte colorate, le biciclette parcheggiate fuori dalle case, le insegne dei negozietti.

2014_10_18-19_Brugges-62

Quartiere di Sant’Anna

 

In questo quartiere tranquillo e un po’ al di fuori dai soliti circuiti turistici si possono visitare la Chiesa di Sant’Anna, il Museo del merletto ed il Museo del Folklore (questi due entrambi visitabili pagando un biglietto di € 4 ciascuno, gratuitamente se in possesso della Brugge City Card).

Da qui in pochi minuti si può raggiungere nuovamente il centro di Bruges, trovare una birreria dove fermarsi a sorseggiare una birra o continuare l’esplorazione della città.