Da Portogruaro a Concordia in barca lungo il fiume Lemene

Qualche giorno fa ho partecipato ad un itinerario tra Portogruaro e Concordia Sagittaria organizzato per un gruppo di operatori turistici in visita in Veneto Orientale. Per loro è stato cucito su misura un tour alla scoperta delle bellezze delle due cittadine, vicine, ma soprattutto unite geograficamente dal fiume Lemene e culturalmente dai resti di epoca romana.

Trattandosi di un itinerario secondo me molto bello e soprattutto replicabile ve ne parlo oggi qui! Una delle parti migliori è la possibilità di raggiungere Concordia in barca da Portogruaro approfittando del fiume e quindi navigandoci grazie a dei servizi di barche a noleggio… Ma ve ne parlo meglio più sotto!

Da Portogruaro alla barca sul fiume Lemene

Tutto inizia al Museo Archeologico Concordiese di Portogruaro.

museo portogruaro-2

Questo luogo è la prima dimostrazione della fortissima connessione con Concordia Sagittaria: qui infatti sono conservati reperti archeologici provenienti dalla vicina città romana conseguenti agli scavi archeologici del 1700-1800.

Il museo non è molto grande ma è un punto di partenza interessante per capire il ruolo di Iulia Concordia (questo il nome romano della località) all’epoca dell’Impero Romano: come si viveva e come la religione cristiana mosse i primi passi in queste zone paludose.

Mosaico al Museo Archeologico Concordiesea
Mosaico al Museo Archeologico Concordiese

Mentre al piano inferiore del museo sono conservati reperti come statue, monumenti funerari e mosaici, al piano superiore in tre piccole stanze ci sono gli utensili che si utilizzavano nella vita quotidiana.

Il biglietto di ingresso costa solo 3 € (interi) o 1,50 € (ridotti). Io vi consiglio di approfittarne e visitarlo, meglio se accompagnati da una guida.

Percorrendo a piedi il percorso pedonale adiacente al museo che costeggia il fiume Lemene si ha una bellissima visuale sulla città che si specchia sul corso d’acqua, sui molini e sull’Oratorio della Pescheria.

Portogruaro, la passeggiata lungo il fiume Lemene
Portogruaro, la passeggiata lungo il fiume Lemene

Sbuchiamo proprio ai molini che – per chi segue l’itinerario nel weekend – sono aperti, allestiti con mostre temporanee e visitabili gratuitamente. Sempre da qui si osserva il retro del Duomo e lo sguardo viene catturato dal campanile pendente.
Proseguendo la passeggiata si supera il municipio e si passeggia sotto i portici degli antichi palazzi signorili; oltrepassata Porta San Giovanni ci si dirige verso la Dogana, il punto dove in passato arrivavano dalla laguna e da Venezia le barche che trasportavano merci e cibo.

Se si è un gruppo organizzato e mediamente numeroso è possibile rivolgersi al Sig. Marson di Blu Verderame (tel. 333 7409574), che organizza gite in barca, bici e bus lungo la litoranea veneta. Le sue barche partono proprio da qui per itinerari lungo il Lemene, anche fino alla laguna di Caorle e al Tagliamento, della durata di una giornata o anche di più giorni.
Il prezzo può variare tra i 10 e 40€ a persona a seconda della lunghezza del percorso.

La ciclabile che collega Portogruaro e Concordia Sagittaria
La ciclabile che collega Portogruaro e Concordia Sagittaria

In barca fino a Concordia Sagittaria

Partiamo in barca dalla Dogana, come vi dicevo, per scivolare lungo il fiume Lemene costeggiando la pista ciclo-pedonale (se non riuscite ad organizzarvi in barca raggiungere Concordia sfruttando la pista ciclabile è un altro modo molto bello per godersi la campagna e i riflessi sul fiume).

Tramonto sul fiume Lemene dalla barca
Tramonto sul fiume Lemene dalla barca
Tramonto sul fiume Lemene dalla barca
Tramonto sul fiume Lemene dalla barca

Dalla barca vediamo scorrere alla nostra destra Villa Soranzo, un’antica villa veneta, navighiamo sotto al ponte rosso che viene alzato propio per far passare la nostra barca e seguiamo l’ansa del fiume fino ad attraccare accanto al municipio di Concordia Sagittaria.

Tramonto sul fiume Lemene dalla barca
Tramonto sul fiume Lemene dalla barca
Attracchiamo con la barca a Concordia Sagittaria
Attracchiamo con la barca a Concordia Sagittaria

Visita a Concordia Sagittaria

Scesi dalla banchina non si può fare a meno di dirigersi verso la Cattedrale e accedere al museo e agli scavi dell’antica Basilica Paleocristiana: qui si ammirano non solo i resti della prima chiesa di Concordia Sagittaria, ma anche ciò che rimane della seconda chiesa costruita successivamente, dove si può anche passeggiare sui mosaici bicolore come facevano gli antichi concordiesi.

Mosaici a Concordia Sagittaria
Mosaici a Concordia Sagittaria

All’esterno, sempre al livello inferiore un pezzo di ciò che rimane dell’antica Via Annia, la strada che collegava Altino ed Aquileia.

Ritornati in superficie guai a perdersi il piccolo battistero con la volta affrescata: un riparo per la preghiera o semplicemente per riflettere al fresco delle grosse mura.

[L’associazione Rufino Turranio di Concordia organizza visite guidate alla zona degli scavi di Concordia e dei dintorni]

Ci fermiamo alle spalle della Cattedrale di Concordia su una piccola piazzetta dove si affacciano il Municipio, il Museo cittadino e alcuni bar e ristoranti.

Qui per l’occasione i comuni in collaborazione con Fisar e Confcommercio hanno organizzato una cena sotto gli ombrelloni, rallegrata dalla musica dei ragazzi dell’Accademia Santa Cecilia di Portogruaro.

Brindisi a Concordia Sagittaria - Credits Chiara Bagnato
Brindisi a Concordia Sagittaria – Credits Chiara Bagnato
Musicisti a Concordia Sagittaria - Credits Chiara Bagnato
Musicisti a Concordia Sagittaria – Credits Chiara Bagnato

Ascoltando il concerto delle trombe, la chitarra e l’arpa ci gustiamo qualche assaggio di cucina locale del ristorante Altamarea: crostini di baccalà mantecato, uno scartosso de pesse (pesce fritto servito in un cartoccio), trippe sulla polentina… Specialità del territorio che contribuiscono a concludere con felicità la serata di fronte ad un buon bicchiere di vino DOC.

Tags from the story
,
More from Vale Diarioinviaggio

Festival del Folklore 2013 a Gorizia

Oggi vi parlo di un evento carino che da molti anni ormai...
Read More

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *